Sky Racing Team VR46: test a Jerez conclusi, si pensa al Qatar

MotoGp
Francesco Bagnaia si conferma competitivo nella classe Moto2 (Foto Getty)
francesco_bagnaia_test_irta_jerez_2018

Bagnaia, 4° nella combinata dei tre giorni, e Marini. il più veloce su pista bagnata, competitivi nella classe Moto2, passi avanti per Bulega e Foggia in Moto3: ora tutto è pronto per il primo Gran Premio stagionale in programma a Losail

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Ad una settimana dal Gran Premio di Losail che aprirà la stagione 2018 del Motomondiale, lo Sky Racing Team VR46 lascia Jerez con buone sensazioni ed i giusti presupposti per far bene. Questo il bilancio di una tre-giorni di Test IRTA ufficiali a tratti condizionata dal maltempo, ma che non ha precluso per i piloti Sky-VR46 la possibilità di accrescere il feeling in sella: in Moto2 Francesco Bagnaia è quarto assoluto (miglior KALEX) con Luca Marini mostratosi velocissimo su pista bagnata, mentre nella classe Moto3 Nicolò Bulega e Dennis Foggia hanno badato più al sodo maturando incoraggianti progressi.

Bagnaia protagonista in Moto2, conferma di Marini

Dalla classe Moto2 arrivano solo buone notizie per lo Sky Racing Team VR46. Al vertice della graduatoria nei precedenti test tenutisi tra Jerez e Valencia, Francesco Bagnaia si è confermato su eccellenti livelli di competitività: leader della prima giornata di prove, quarto assoluto nella combinata dei tre giorni con il crono di 1'42"011 ad ex-aequo con Brad Binder, classificatosi terzo. "Considerate le condizioni meteo dei tre giorni, un test abbastanza difficile", ammette Pecco, 103 giri all'attivo. "Abbiamo cercato di recuperare il tempo perso a Valencia e siamo riusciti a provare diverso materiale. Molte soluzioni hanno dato un buon riscontro, altre le abbiamo bocciate, ma è normale in un test". Il ventunenne pilota torinese è stato non soltanto il miglior pilota KALEX in graduatoria preceduto dal tris KTM formato da Sam Lowes, Iker Lecuona e Brad Binder, ma tra i più competitivi sul passo gara. "Chiudiamo questa pre season con un bilancio positivo: arriviamo in Qatar tra i più forti e preparati", l'ammissione di Bagnaia, tra gli attesi protagonisti della stagione 2018 dopo il riconoscimento di Rookie of the Year conquistato lo scorso anno. Sempre al box Sky-VR46, soddisfazione per la competitività mostrata da Luca Marini, in 1'42"472 decimo nella graduatoria riepilogativa dei tre-giorni, leader nella conclusiva giornata di Test disputatasi su pista bagnata. "Un test complicato: causa pioggia, non siamo riusciti a completare fino in fondo il nostro piano di lavoro", ha dichiarato Marini, 116 giri a referto. "L’obiettivo era di concentrarsi sul feeling con gomme usate per migliorare il passo in gara. Le sensazioni sono positive e lasciamo quest’ultimo test soddisfatti del lavoro svolto durante la pre season. Ci siamo preparati al meglio e sono molto contento. Una nota finale su questi tre giorni: stamattina sono stato molto veloce e costante sul bagnato".

Progressi e tanto lavoro per Bulega e Foggia

Passando alla classe Moto3, lo Sky Racing Team VR46 ha massimizzato il tempo a disposizione per trovare un congeniale compromesso di set-up con le KTM RC 250 GP in configurazione 2018. In ripresa dall'infortunio al piede destro, Nicolò Bulega ha incentrato le proprie attenzioni più sul passo e sul feeling in sella anche su pista bagnata, come testimoniano i 27 giri compiuti nell'unica sessione utile odierna. "Sono abbastanza soddisfatto", ammette Bulega. "Abbiamo fatto un buon lavoro, ieri abbiamo avuto qualche problema, ma siamo riusciti comunque a trovare qualcosa che potesse adattarsi meglio al mio stile e oggi ho fatto una simulazione di gara sul bagnato. Rispetto allo scorso test, mi sono sentito più a mio agio, possiamo ancora fare qualcosa per avere migliori sensazioni sulla moto e spero di fare un altro step per il Qatar". Se Bulega ha concluso 18° nella graduatoria combinata dei tempi senza un'effettiva prova di time attack, Dennis Foggia ha speso i tre giorni di prove per prepararsi al meglio in vista della sua prima stagione completa nel Mondiale Moto3. "Un test impegnativo: ho provato davvero tante cose differenti e ho continuato a migliorare il setting della moto per il Qatar", spiega il Campione del Mondo Junior Moto3 in carica. "Nonostante la posizione finale (20esimo, ndr), abbiamo fatto un gran lavoro. Peccato non essere riusciti a sfruttare nel modo migliore la gomma nuova per limare ancora il mio crono".

Pablo Nieto: "Pronti per il Qatar"

Spetta al Team Manager Pablo Nieto il bilancio dei Test IRTA di Jerez, con il pensiero già rivolto al GP del Qatar: "Purtroppo il meteo non ci ha permesso di sfruttare al massimo la tre giorni di test, ma siamo comunque riusciti a fare gran parte del lavoro in programma. In Moto2, abbiamo trovato la giusta strada e arriviamo in Qatar pronti a dare il massimo. In Moto3, ci aspetta ancora un po’ di lavoro, Nicolò sta meglio, il piede gli dà meno fastidio e anche Dennis ha fatto un altro passo in avanti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche