MotoGP 2018, GP Qatar: si corre anche con la pioggia?

MotoGp
GettyImages-642206102

Michelin sarà al via in Qatar per il terzo anno consecutivo come fornitore di pneumatici per la MotoGP. Confermata la possibilità di correre a Losail anche in caso di pioggia dopo i recenti test con pista bagnata artificialmente. Il fornitore francese ha già comunicato a Dorna l'assegnazione di tutte le gomme per ogni gara di questa stagione. I team potranno cosi’ pianificare al meglio ciascun GP

GP Qatar in diretta esclusiva su SkySportMotoGP (canale 208). Le gare di Moto3 e Moto 2 alle 14.00 e 15.20, la MotoGP alle 17.00

GP DEL QATAR: ORARI E CALENDARIO

MOTOGP 2018, LA MUSICA LA METTONO I MOVIDA

MOTOGP E F1 2018, I GP IN ESCLUSIVA SKY

Il primo round, quello del Qatar è l'unica gara notturna della stagione, ma l'evento di quest'anno sarà più complesso del solito dato che ci saranno anche sessioni di prove organizzate nel pomeriggio. La pista di Losail è lunga 5,380m e con le sue sei curve a sinistra e dieci a destra si confermerà sicuramente un test molto importante per i pneumatici per la natura abrasiva della superficie, causata dalla sabbia del deserto. Questo, sommato alle differenze di temperatura della pista tra giorno e notte renderà la scelta delle gomme ancora più importante.

Per Michelin i test di questo mese a Losail sono stati preziosissimi e le informazioni raccolte dai tecnici hanno facilitato la definizione delle mescole.
L'assegnazione per la gara del Qatar prevede slick morbide, medie e dure sia per la parte anteriore che per quella posteriore. Con le specifiche posteriori tutte caratterizzate da un design asimmetrico con una spalla più dura a destra per sopportare il maggior stress patito da quel lato (confermata l'identificazione con bande colorate: bianche per le morbide, nessuna banda per medie e gialle per le hard).

Durante i test invernali la pista di Losail è stata bagnata artificialmente per prepararsi ad una condizione sì anomala nel deserto ma già vista nella passata stagione. Se la  Race Direction riterrà sicuro competere in caso di precipitazioni Michelin renderà disponibili le gomme rain in mescole morbide (banda blu) e medie (senza banda) per anteriore e posteriore, di nuovo con un design asimmetrico.

Piero Taramasso ha così analizzato il lavoro fatto da Michelin per la stagione 2018: "I test invernali sono stati positivi, già da Sepang abbiamo provato due nuove gomme anteriori che piacevano ai piloti e che hanno dato loro fiducia, tanto che verranno utilizzate in questa stagione. Siamo stati anche contenti dei risultati ottenuti in Thailandia. Era la prima volta che giravamo lì e i risultati sono stati molto buoni, quando torneremo a correre in ottobre, però, le condizioni potrebbero essere molto diverse. Una cosa importante che abbiamo completato prima dell'inizio della stagione è di fornire a Dorna l'assegnazione di tutte le gomme per ogni gara di questa stagione, ciò consentirà ai team un maggiore grado di stabilità durante la pianificazione di ciascun evento, poiché sapranno quali pneumatici avranno a disposizione e potranno pianificare ogni sessione in anticipo. Come sempre, le principali considerazioni di Michelin sono sicurezza e prestazioni.
Per quanto riguarda la prima gara, la superficie di Losail è molto abrasiva, quindi abbiamo portato una selezione di pneumatici che sono “nati” dai dati dei test. L'asfalto avrà ovviamente un grip molto maggiore in quanto ci saranno sia Moto2 ™ che Moto3 ™, non vediamo l'ora di correre ancora e ci aspettiamo un grande inizio di stagione”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche