MotoGP 2018, GP Argentina. Le statistiche dei piloti a Termas de Rio Hondo

MotoGp

Michele Merlino

I piloti in pista a Losail (foto getty)

Le statistiche e i numeri del GP d'Argentina: dal duello Rossi-Marquez del 2015 alle cadute delle Ducati di Dovizioso, Lorenzo e...Iannone.

Il GP sarà in diretta su SkyMotoGPHD con le qualifiche sabato alle 20.10 e la gara domenica alle 20.00. Tutto sul canale 208 di Sky

Tutti gli approfondimenti in Reparto Corse MotoGP ogni martedì alle 14.30 su Sky Sport24 (canale 200)

LE PROVE LIBERE IN TEMPO REALE

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

GLI ORARI E LA GUIDA TV

Dovizioso

  • 2° nel 2015 dietro a Rossi, nelle ultime due edizioni è stato tirato giù da altri piloti: nel 2016 il compagno di team Iannone cercò di passarlo all’ultima curva (era secondo), l’anno scorso a gettarlo a terra fu Aleix Espargaro.
  • Per la terza volta in carriera conduce il mondiale MotoGP. Nelle due occasioni precedenti (Assen e Silverstone 2017) perse la leadership a favore di Marquez alla gara successiva.

Marquez

  • Uno dei 4 circuiti in cui ha sempre messo a segno la pole in MotoGP: 4 volte su 4 (*). In gara ha rimediato due vittorie (2014 e 2016: anni pari) e due cadute mentre era al comando (2017) o stava lottando per la prima posizione (2015).
  • Ha condotto per almeno un giro tutti e 4 i GP d’Argentina corsi finora.
  • L’anno scorso aveva accumulato un vantaggio di 2”2 nei primi tre giri, poi cadde.
  • La caduta dell’anno scorso in Argentina segnò il suo peggior inizio di stagione in MotoGP: per la prima volta si trovò senza vittorie dopo le prime due gare di campionato

Lorenzo

  • Un solo podio per Lorenzo in Argentina: 3° nel 2014 dietro a Marquez e Pedrosa. Fu poi 5° nel 2015, quindi due cadute: mentre era sesto nel 2016 ed al via l’anno scorso, alla sua seconda gara in Ducati.
  • L’anno scorso lasciò Rio Hondo con un 11° posto (in Qatar) ed una caduta: il suo peggior inizio di stagione in MotoGP.
  • Uno dei 5 circuiti del calendario attuale in cui non ha vinto in MotoGP

Rossi

  • Vincitore qui nel 2015, dopo un memorabile duello con Marquez che terminò con un contatto e lo spagnolo a terra. Nelle ultime due edizioni è stato secondo dietro allo stesso Marquez (2016) ed al compagno di team Vinales (2017).
  • Unico pilota salito tre volte sul podio qui.
  • 1-3 contro i compagni di team in qualifica qui: davanti (a Lorenzo) solo nel 2016, quando conquistò la sua unica prima fila a Rio Hondo (secondo in griglia).
  • Sempre nei primi 4 in gara qui: ai tre podi succitati aggiunge un quarto posto nel 2014.
  • 20 anni fa la sua prima vittoria in Argentina: si correva a Buenos Aires (ultima gara stagionale), con i due tempi, e vinse la gara della 250 davanti a Loris Capirossi ed Olivier Jacque.

Zarco

  • Solo 14° nelle qualifiche bagnate l’anno scorso, rimontò fino alla 5^ posizione in gara, conquistando i suoi primi punti in MotoGP (era caduto in Qatar).
  • Vincitore in Moto2 sia nel 2015 (dalla pole davanti ad Alex Rins e Sam Lowes) che nel 2016 (davanti a Sam Lowes e Jonas Folger).
  • Nel 2014 era secondo in griglia (Moto2) ma un errore lo fece precipitare in nona posizione al primo giro: terminò la gara 18°.

Pedrosa

  • Secondo dietro a Marquez nel 2014, riuscì ad andare sul podio anche nel 2016: 3° grazie alle cadute (di Vinales e l’incidente tra le Ducati) davanti a lui. L’anno scorso cadde mentre era quarto nello stesso punto in cui era caduto il suo compagno di team Marquez.
  • Assente nel 2015: stava recuperando dall’operazione al braccio.

Vinales

  • L’anno scorso ereditò una facile vittoria dopo la caduta di Marquez: si era qualificato in 6^ posizione. In precedenza aveva terminato solo una gara su tre a Rio Hondo: nel 2015, in 10^ posizione. Cadde nella gara Moto2 del 2014 e del 2016.
  • Mai tre podi di fila in MotoGP.
  • Nel 2017: 3 vittorie nelle prime 5 gare; 0 vittorie e 4 podi nelle restanti 13.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche