MotoGP, Ezpeleta fa da paciere tra Rossi e Marquez: "Succede fra grandi rivali"

MotoGp

Il Ceo della Dorna è tornato a parlare della polemica che ha coinvolto Marquez e Rossi, chiarendo: "Discuterò con i piloti ad Austin prima del prossimo GP, sono cose che accadono, la rivalità tra Vale e Marc è grande"

PARTENZA MARQUEZ, EZPELETA: "DORNA NON HA COLPE"

BELTRAMO: "VALE-MARC, DUELLO DI FUOCO DAL 2015"

ROSSI CONTRO MARQUEZ: "E' PERICOLOSO"

MARQUEZ: "NESSUNA MOSSA FOLLE"

LA CLASSIFICA

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA AUSTIN

"Rossi è molto arrabbiato e Marquez si sente frustrato, li capisco entrambi e comprendo la situazione in cui si trovano. Io non ho parlato con nessuno dei due, non è il momento. Il gioco psicologico è importante e deve essere rispettato". A Radio Marca, Carmelo Ezpeleta, Ceo della Dorna, è tornato sull'incidente che in Argentina ha caratterizzato la domenica della MotoGP. "Discuterò con i piloti ad Austin, al Comitato per la sicurezza. Parleremo di tutto. Vorrei che partecipassero entrambi. Marquez c'è sempre, Rossi quasi sempre". E poi ha aggiunto: "Sono cose che accadono, la rivalità è grande. Marquez era superiore agli altri, ha fatto quello che ha fatto e non è compito mio giudicarlo". In Argentina hanno fatto discutere anche alcune decisioni prese dai commissari di gara. Oltre alla procedura di partenza, è stato consentito a Marquez di prendere il via dalla propria posizione in griglia, invece che come ultimo dalla pit lane, nonostante gli si fosse spento il motore e avesse poi spinto la moto contro mano. "Da due anni, dopo quanto accadde a Sepang nel 2015, l'organizzazione è cambiata - ha sottolineato Ezpeleta - Non è più Dorna a nominare i commissari, ma Irta e Fim. Siamo fuori dagli organi che decidono le sanzioni, ed è logico così'".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche