MotoGP 2018, GP Spagna, Marquez apre a Dovizioso, ma l'agente a Sky chiarisce: "Priorità Ducati"

MOTOGP

Dopo quello che suonava come un allarme ("Tutto può succedere") di Dovizioso e dopo l'apertura di Marquez ("In squadra voglio un pilota forte e i più forti ora sono Dovizioso e Pedrosa") l'agente del pilota italiano fa chiarezza a Sky: "Abbiamo un'offerta della Ducati che stiamo negoziando, non ne abbiamo altre e non le stiamo cercando. Siamo positivi sul rinnovo"

JEREZ, VITTORIA DI MARQUEZ

L'INCIDENTE TRA DOVI, LORENZO E PEDROSA

CLASSIFICA E TEMPI

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA LE MANS

Le moto non sono ancora scese in pista a Jerez, sede della prima tappa europea del Motomondiale, ma il weekend si è già acceso grazie al mercato. Definita la coppia della KTM dal prossimo anno al 2020 (Pol Espargarò e Johann Zarco), è salito in primo piano il futuro di Andrea Dovizioso. "Non sono così avanti a livello di contratto per prendere una decisione. Credo che tra qualche settimana si saprà qualcosa di più", ha spiegato il diretto interessato, "Ognuno ha il proprio comportamento, ognuno fa quello che ritiene giusto: ci sono delle conseguenze, poi quando si ha tutto sul tavolo ognuno prende la propria decisione. Tutto è possibile". Situazione in bilico? Nel dubbio, Marquez ha aperto a Dovizioso: "Spero che la Honda prenda un pilota per vincere il Mondiale, uno forte e i più forti ora sono Pedrosa e Dovizioso. Anche se credo che la Ducati non lo lasci andare, sarebbe bello correre con lui".

Una volta terminata la conferenza, la parola è passata ai manager di team e pilota, ed entrambi hanno espresso massima fiducia sul rinnovo. "Andrea ha già un'opzione sul tavolo. Non c'è nulla di strano se un pilota che l'anno scorso è arrivato secondo cerca di alzare il livello della discussione, fa parte del gioco delle parti. In Ducati lo vogliamo e tra alti e bassi crediamo che anche lui si sia sempre trovato bene", ha garantito Luigi Dall'Igna, direttore generale Ducati, a Sky Sport MotoGP, "Si è giocato il Mondiale fino a 6 giri dal termine nel 2017, ora è in testa alla classifica, questo un significato lo deve avere…".

Eppure, il "Tutto può succedere" di Dovizioso suonava come un allarme. O no? Il manager Simone Battistella ha fatto chiarezza: "Se non riuscissimo a trovare una soluzione con questo team è ovvio che dovremmo valutare le altre, ecco perchè Andrea ha fatto quest'affermazione. Ma abbiamo parlato la scorsa settimana con il team e lo faremo di nuovo a Jerez, ci stiamo avvicinando al finale. Mi sembra che da entrambe le parti ci sia la volontà di procedere. Di fatto abbiamo un'offerta della Ducati che stiamo negoziando, non ne abbiamo altre e non le stiamo cercando. Siamo positivi, se le cose vanno a rilento è solo perchè stiamo discutendo alcuni dettagli. Andrea ha un valore sul mercato molto alto, può interessare a molte squadre, ma siamo concentrati sul rinnovo in Ducati".

Marquez-Dovizioso a confronto: così dopo 3 gare

 

I più letti