Moto3, GP Jerez: Jorge Martin in pole, terzo Di Giannantonio

MotoGp

Paolo Lorenzi

Martin e Di Giannantonio festeggiano la prima fila (foto: Gresini Racing Twitter)

Al momento giusto lo spagnolo si riprende scena e pole position, ma gli italiani sono tutti lì. Terzo tempo per Di Giannantonio, e seconda fila tricolore con Antonelli, Bezzecchi e Migno. Bastianini e Dalla Porta in terza fila. Foggia dodicesimo e meglio di Canet (quindicesimo)

Il GP di Spagna è in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD (canale 208): gara di MotoGP domenica alle 14.00 anche su Sky Sport 1

CLICCA QUI PER LE GARE DI MOTO3 E MOTO2 LIVE

MOTOGP, LA GRIGLIA DI PARTENZA

TUTTI I TEMPI

GUIDA TV

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Pochi giri al massimo, quelli che contano. E al momento giusto. Questo è Jorge Martin, uno che oltre al talento sta dimostrando la tempra che serve per puntare in alto. Dopo un giorno e mezzo di turni passati apparentemente a inseguire, lo spagnolo tira fuori la zampata decisiva in qualifica. E stende gli avversari con alcuni giri ripetuti sul 46” basso (1.46”193 quello che gli vale la pole position). Il pilota di Gresini torna così a candidarsi per la vittoria, anche se gli italiani sono quasi tutti lì, alle sue spalle.

Di Giannantonio, per la verità gli parte di fianco, col terzo tempo. Poteva fare di più il romano? Forse sì, almeno tutti lo speravano dopo la facilità con cui ha girato sui tempi significativi in questi giorni. Ma tant’è, la qualifica non è la sua arma migliore (è la seconda prima fila della carriera, ma non ancora dalla prima casella). Il passo c’è, il morale pure. Nel suo team si respira aria di grandi risultati. Sempre che il suo temibile compagno di squadra gielo permetta: Martin ha girato molto con le gomme usate ieri e stamattina, per preparare la meglio la gara.

Come sottolineato in precedenza, per ora meglio l’Italia della Spagna sul circuito di casa (loro). La seconda fila è infatti tutta tricolore: apre Antonelli (velocissimo in FP2), chiude  Migno, con in mezzo Bezzecchi (risalito dopo un venerdì anonimo). In terza fila si piazzano inoltre Bastianini (ottavo), un po’ in ombra alla luce dei risultati delle libere, e Dalla Porta (nono). Si mette in vista anche il rookie Dennis Foggia col dodicesimo crono che anticipa di tre posizioni nientemeno che Canet, mentre Bulega (che l’anno scorso partì quarto) ancora una volta finisce lontano: ventiduesimo alle spalle di Arbolino, anche lui al di sotto delle aspettative dopo quanto visto ieri. In luce col settimo tempo il “deb” Alonso Lopez (sedici anni) l’unico altro spagnolo nei primi dieci. E bisogna scorrere la classifica fino a Canet, appunto, per trovarne un terzo. Da segnalare, infine, le cadute di Gabriel Rodrigo e quella di Darryn Binder che ha riportato la lussazione della spalla sinistra.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche