MotoGP, Pedrosa dopo Jerez: "Non un semplice incidente di gara, Lorenzo ha responsabilità"

MotoGp

Il 32enne spagnolo della Honda dice la sua sull'incidente che lo ha coinvolto ad Jerez con le due Ducati: "Lorenzo? Non ho fatto reclamo perché non volevo venisse penalizzato. Però non è stato un semplice incidente di gara, perché quando vai lungo devi guardare se stanno arrivando altri piloti prima di chiudere la curva"

Non perdere l'appuntamento con Reparto Corse, ogni martedì su Sky Sport 24 (canale 200) alle 14:30 e alle 21:45

GP SPAGNA, RIVIVI LE EMOZIONI DELLA GARA

LA CLASSIFICA DEL MONDIALE

Delusione e dispiacere, ma non un semplice incidnete di gara. Si può sintetizzare così il pensiero di Daniel Pedrosa dopo l'incidente nel finale del GP di Spagna che lo ha visto volare in curva 6 con la sua Honda dopo il contatto con Jorge Lorenzo. Più di un contatto, visto che nell'episodio verificatosi a 8 giri dalla fine è stata coinvolta e messa fuori causa anche l'altra Ducati di Andrea Dovizioso. "Mi dispiace finire una gara così, non sono mai stato coinvolto in passato in un triplo incidente. Stavamo facendo tutti e tre una gara bellissima, è stato un peccato non concluderla - ha detto lo spagnolo -. Facevo fatica in accelerazione, non potevo seguire le Ducati in rettilineo: ero distante in staccata e non potevo sorpassare".

Nessun reclamo contro Lorenzo, ma...

"Sono rimasto dietro Dovizioso e Lorenzo, ma credevo di avere un passo migliore guidando da solo. Sono rimasto dietro aspettando un loro errore. Dovizioso e Lorenzo sono andati un po' lunghi, io ho preso la linea interna, quella giusta: in un attimo ero già per aria. Ho incrociato la mia traiettoria con quella di Jorge e siamo caduti tutti. Mi dispiace per Andrea perché i punti per il Mondiale sono molto importanti. La direzione di gara ha detto che è stato solo un incidente, per me non è così. I piloti coinvolti sono forse i tre più corretti, però loro volevano che facessi un reclamo contro Jorge in caso di disaccordo. Non volevo fosse penalizzato, ma solo che capissero che non si trattava di un semplice incidente di gara, perché quando vai lungo devi guardare se stanno arrivando altri piloti prima di chiudere la curva", ha spiegato e concluso il 32enne di Sabadell.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche