MotoGP, GP Catalunya, Valentino Rossi: "Gomma davanti sbagliata, ma non ci ascoltano"

MotoGp

GP Catalunya, Valentino dopo le qualifiche: "Ultimi due GP pesantemente condizionati dalla scelta della Michelin della gomma davanti. E' quella sbagliata. Ma non ci ascoltano, politicamente non siamo abbastanza forti"

L'ORDINE DI ARRIVO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Questione gomme all'anteriore in primo piano, al Montmelò: Valentino al termine delle qualifiche non nasconde la propria delusione. "Le ultime due gare sono state pesantemente condizionate dalla scelta della Michelin della gomma davanti, anche a Barcellona come al Mugello non è quella giusta", dichiara il pilota della Yamaha, "Quando eravamo venuti ai test gli avevo detto che dovevamo portare un'altra gomma che abbiamo usato nelle prime gare, ma loro non hanno voluto farlo. Saremo tutti costretti a correre con la soft, o quasi, perchè la media non ha grip. In mezzo ce n'è un'altra, quella che avrebbero dovuto portare, ma non ci hanno ascoltato. Politicamente non siamo abbastanza forti".

"Mi piacerebbe fare bene e lottare per il podio", aggiunge Valentino, prima di stilare una classifica ideale sui favoriti, "Al momento le due Ducati sono davanti a tutti, Lorenzo e Dovizioso sono molto veloci sia nel giro secco sia nel passo gara. Poi metto Marquez, io, Vinales, Iannone e forse anche Petrucci per un virtuale quarto posto. Il problema è che siamo veramente molto condizionati dalla gomma davanti, le abbiamo provate tutte ma non siamo riusciti a risolvere niente".

Il tema è stato affrontato anche dai piloti in conferenza stampa. Jorge Lorenzo: "La gomma all'anteriore ancora non ha abbastanza aderenza, sarà il prossimo step che dovrà fare la Michelin per migliorare l'anno prossimo". Marc Marquez: "E' difficile fare delle scelte che accontentino tutti i piloti. Io per esempio ho faticato molto al Mugello con le gomme che avevamo a disposizione. Quindi posso comprendere la Michelin, è difficile portare la giusta fornitura con un nuovo asfalto come quello del Montmelò". Andrea Dovizioso: "E' strano. L'aderenza c'è, la velocità è buona, ma in qualche modo devi gestire le derapate ed è piuttosto difficile".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche