Moto3, GP Aragon. Martin, pole da record. 3° Bastianini

MotoGp

Paolo Lorenzi

Jorge Martin in pole ad Aragon (Foto: Getty)

Lo spagnolo fermo al box aspetta l'ultimo momento per il giro veloce, che agguanta nonostante il traffico. Terzo Bastianini, seguito da Arbolino, Foggia e Bezzecchi. In tutto sei italiani nei primi dieci

GP di Aragon in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP (canale 208) e Sky Sport Uno (canale 201). Gli orari delle gare: Moto3 alle 11, Moto2 alle 12:20, MotoGP alle 14

I TEMPI

GUIDA TV - LA CLASSIFICA

Rientrano tutti a 11 minuti dalla fine. Rientra Martin e dietro di lui una coda infinita, anzi una muta di piloti, come nella caccia alla volpe. Il tempo passa, tutti aspettano… Chi? Il primo disposto a lanciarsi in pista, e a tirare gli altri. Si chiama tattica, ma il tempo corre inesorabile: a 3’ dalla fine Martin e Di Giannantonio aspettano ancora ai box. Anche Bezzecchi aspetta, in mezzo alla pista. Il cronometro continua a girare (-2’20 alla fine del turno). C’è una attesa surreale. Poi il romagnolo scatta, qualcuno lo segue. Tempi buoni: meno 19  millesimi al primo intertempo, poi 56,  poi 82… è primo. Tocca a Martin: lascia il box in pieno traffico. Sembra impossibile districarsi. E invece:-285 millesimi di casco rosso al primo intertempo. Sfiora, frena e s’infila tra gli avversari come fosse in gara. Come se gli altri non esistessero. Eppure ci sono e magari questa volta, la scia giusta, gliela danno loro. Sul traguardo lo spagnolo di Gresini arriva attaccato a un gruppetto veloce: -789 millesimi. Record!  Questo è Martin, questa è casa sua.

Domani sarà dura per tutti. Dal gruppo, alla fine, si staccano anche Bastianini (terzo), seguito da Arbolino e Foggia (miglior qualifica della stagione). Bezzecchi, sesto, partirà dall’ultima casella della seconda fila. Comunque bene, perché difficilmente su questa pista si riesce a scappare via. Conterà la gestione della gara, la tenuta delle gomme con le temperature che si preannunciano torride. A onor del merito, di Bezzecchi,  va registrata la reazione dopo la caduta di Misano (costata la vetta del campionato). La grinta, la voglia di non mollare. E anche una certa serenità dimostrata nell’approccio con l’appuntamento spagnolo. Pur sapendo di correre a casa di Martin. In una Spagna che, però, domani, vedrà molti italiani pronti a dar “battaglia”. Nei primi dieci ci sono anche Antonelli (settimo) e Di Giannantonio (decimo): in tutto fanno sei.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport