Sky Racing Team VR46 alla scoperta di Buriram

MotoGp
marinibagnaiaaragon

Per la prima volta il Motomondiale fa tappa in Thailandia: Bagnaia difende la leadership in Moto2, festa per il 50° GP in carriera per Marini e Bulega

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Circuito nuovo, una sfida inedita per lo Sky Racing Team VR46. Il tour de force tra Asia e Oceania con 4 gare nell'arco di 5 settimane avrà inizio questo fine settimana al Chang International Circuit di Buriram, teatro del primo Gran Premio di Thailandia della storia per quanto concerne nel Motomondiale. Senza alcun pregresso riferimento della pista Francesco Bagnaia farà di tutto per difendere e, ove possibile, consolidare il proprio vantaggio in campionato, mentre Luca Marini e Nicolò Bulega festeggeranno entrambi nel fine settimana il personale 50° gettone di presenza nella serie iridata.

Bagnaia leader, Marini carico

Secondo in Aragona, Francesco Bagnaia si presenterà in Thailandia con un "tesoretto" di 19 punti di vantaggio rispetto a Miguel Oliveira. "Ad Aragon l'obiettivo era finire il weekend con un bel risultato", ricorda Pecco, "così da partire per le tappe fuori Europa con un gap maggiore in Campionato su Miguel. Ci aspettano 4 gare impegnative, la prima delle quali sul nuovo tracciato in Thailandia. Partiremo tutti da zero, ma dalle immagini sembra molto simile al Ring austriaco, una pista su cui siamo riusciti a essere davvero veloci e competitivi". Tesi condivisa da Luca Marini, motivato a ben figurare a Buriram. "In qualifica, ad Aragon, abbiamo fatto più fatica del previsto e questo ha sicuramente condizionato la gara, soprattutto nelle fasi iniziali, anche se abbiamo chiuso in crescendo con un passo molto simile ai più veloci", spiega il pilota dello Sky Racing Team VR46. "E' un aspetto su cui dobbiamo lavorare già dalla Thailandia: una pista nuova per tutti che ricorda, per i lunghi rettilinei e la parte guidata, sia Termas de Rio Hondo che Spielberg".

Le aspettative di Bulega e Foggia

Così come Marini, anche Nicolò Bulega a Buriram taglierà il traguardo dei 50 GP disputati in carriera nel Motomondiale. "Veniamo da un weekend dove abbiamo trovato sensazioni positive alla guida", spiega Bulega, "lavoreremo pertanto per confermare questo trend anche nelle tappe fuori Europa. Andremo alla scoperta di Buriram che, dalle immagini che ho visto in TV, ricorda i lunghi rettilinei e le staccatone del Red Bull Ring". Circuito chiaramente nuovo anche per Dennis Foggia, reduce dal positivo 5° tempo in prova siglato in Aragona. "Arrivamo a Chang dopo uno dei weekend più positivi della stagione, almeno fino al Warm Up, e con un test davvero positivo", spiega il talentuoso pilota capitolino. "Tutti partiranno nella stessa condizione e scopriranno il layout della pista per la prima volta: ci aspettano lunghi rettilinei e questa è una caratteristica che mi piace".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche