Moto2, GP Australia. Vittoria di Binder, Bagnaia chiude 12°: festa mondiale rimandata

MotoGp

Francesco Berlucchi

Vince Binder a Phillip Island, seguono Mir e Vierge. L’Italia, però, sorride perché Francesco Bagnaia – dodicesimo – perde un solo punto da Miguel Oliveira ed è pronto ora a volare a Sepang con 36 punti di vantaggio sul portoghese

BAGNAIA CAMPIONE SE... LE COMBINAZIONI

IL CALENDARIO LA CLASSIFICA

Vince Binder a Phillip Island, e non c’è nemmeno un tricolore sul podio. È la prima volta negli ultimi quattro mesi, cioè dal GP di Catalogna. L’Italia, però, sorride. Eccome, perché Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) – dodicesimo – perde un solo punto da Miguel Oliveira (Red Bull Ktm) - unicesimo - ed è pronto ora ad affrontare Sepang e Valencia con ben 36 punti di vantaggio sul portoghese.

In gara, subito problemi per Marcel Schrotter, che parte dal fondo della griglia lasciando vuota la sua P2. Scatta bene Pasini, lo seguono Vierge, Lecuona, Aegerter e Binder. Paso conduce l’inizio della gara, ma al secondo giro, dopo aver subito il sorpasso di Vierge, perde il posteriore appena riprende in mano il gas alla curva 4, e finisce a terra.

Alla fine del secondo giro, Bagnaia ha già recuperato ben 11 posizioni ed è quinto. Il giro veloce di Binder, in 1’33”943, è un segnale inequivocabile: il sudafricano riesce a superare Vierge e si porta in prima posizione. L’altro giro veloce, in 1’33”763, è di Baldassarri che ha dato ufficialmente il via al BaldAttack. Bagnaia, al contrario, è in difficoltà: viene superato anche da Fabio Quartararo e scivola in tredicesima posizione.

Alla curva 2, dopo una bellissima prima metà di gara, cade Iker lecuona. Balda, invece, trova un altro giro veloce, in 1’33”718, ed è pronto ad attaccare la seconda posizione di Aegerter. Nel frattempo, cade Navarro alla 6 mentre Balda passa Vierge, ma il catalano lo ripassa dopo due curve. Là davanti, è spettacolo puro. I protagonisti? Baldassarri, Vierge e Binder. I padroni del campionato, invece, sono più indietro ed entrambi in difficoltà: 12esimo Bagnaia, 13esimo Oliveira.

Oliveira riesce a superare Bagnaia, ma non scappa. Tra Baldassarri e Vierge è ancora bagarre. Si inserisce anche Fernandez, mentre da dietro Luca Marini e Joan Mir riescono a riprendere il gruppo di testa. Al penultimo giro, bandiera bianca per BaldAttack: va lunghissimo alla curva 10 e finisce nell’erba di Phillip Island.

Vince Binder, secondo è Mir, terzo Vierge. Poi Fernandez e Marini, primo degli italiani. Bagnaia perde soltanto un punto da Oliveira, gliene restano 36 di vantaggio ma ora restano solo Sepang e Valencia. In Malesia, il secondo match ball.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche