MotoGP, GP Malesia 2018. Dove gli italiani si sentono a casa

MotoGp

Francesco Berlucchi

La Malesia è terra di conquista per i piloti italiani. Da quando si corre a Sepang, ben 10 dei 18 GP nella top class si sono conclusi con l’Inno di Mameli. Ma quella di Sepang è anche una gara dove spesso è stato attribuito il titolo iridato: l’ultima volta, nella scorsa stagione, lo ha conquistato Franco Morbidelli, riportandolo in Italia dopo otto anni di digiuno. Quest’anno è Francesco Bagnaia ad avere il match ball

LA GARA DI MOTOGP

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Non c’è due senza tre. Lo spera davvero Andrea Dovizioso, dopo le vittorie delle ultime due stagioni a Sepang. Di certo, questa pista piace molto ai piloti italiani. Da quando il Gran Premio di Malesia si corre a Sepang, cioè dal 1999, ben 10 dei 18 GP che si sono disputati nella top class si sono conclusi con Tricolore e Inno di Mameli.

Il re è Valentino Rossi, padrone di Sepang per ben sei volte tra il 2001 e il 2010 e quindi amatissimo dai tifosi malesi. Come Max Biaggi, che in Malesia si è fermato a cinque successi ma solo l’ultima volta - nel 2002 - a Sepang e in MotoGP. Oppure Loris Capirossi, vincitore in tutte e tre le classi: nel 1991, però, a Shah Alam in 125, poi a Sepang nel 1999 (250) e nel 2005 (MotoGP).

In Moto2, l’unica vittoria tricolore è quella di Roberto Rolfo, otto anni fa. Nelle ultime due stagioni, invece, l’evidenziatore va sul doppio podio di Franco Morbidelli, che proprio a Sepang un anno fa riportava un titolo mondiale in Italia dopo ben 8 anni.

Occhio però a Miguel Oliveira, semplicemente imprendibile nella scorsa stagione. A +36 dal portoghese, Pecco ha un match ball a disposizione: dovrà vincere, concludere secondo o terzo se Oliveira vincesse oppure finire nei primi 7 se Oliveira sarà secondo. Mentre andrà bene qualsiasi risultato se il pilota Ktm non andasse oltre la quinta posizione.

Occhio a Oliveira, dicevamo. Anche se cliccando sulla cartella Sepang le foto ricordo da sogno non mancano neanche a casa Bagnaia. Quella di Pecco, nel 2016, rimane l’unica vittoria italiana a Sepang in Moto3; la prima nella classe minore dal successo di Roberto Locatelli nel 2000. Per aggiungere altri file, ora, è necessario giocare al meglio questo match ball.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche