MotoGP, Honda 2019: la presentazione della nuova moto di Marc Marquez e Jorge Lorenzo

Antonio Boselli

A Madrid è stata presentata la nuova Honda che proverà a confermarsi campione del mondo nella prossima stagione. I colori dominanti sono sempre gli stessi: arancione, bianco e rosso. Marquez: "Non ho mai pensato di cambiare, questa squadra per me è il massimo". Lorenzo: "Orgoglioso di essere in Honda. Spero di rientrare nei test in Qatar"

L'ESCLUSIVA: LORENZO A SKY SPORT24

FOTOGALLERY: LE IMMAGINI DELLA NUOVA HONDA

MARQUEZ: "E' IL TEAM DEI MIEI SOGNI" - LORENZO: "E' DI UN ALTRO LIVELLO"

Cercano in tutti i modi di togliersi di dosso l'etichetta, ma la coppia Marquez-Lorenzo non può che essere definita il dream team. 12 titoli mondiali, 138 vittorie, 268 podi per i piloti che la Honda ha presentato a Madrid. Uniti anche dagli acciacchi fisici, perché Marquez è reduce da un'operazione alla spalla sinistra, Lorenzo alla mano sinistra. Convalescenza a parte, la curiosità degli oltre 150 giornalisti presenti era tutta sulla futura convivenza nel box.

Entrambi i piloti hanno messo in conto possibili tensioni, ma com'è giusto che sia hanno voluto ridimensionare i potenziali rischi. Lorenzo addirittura richiama la coppia Prost e Senna per far capire che oltre alle tensioni c'è stato team vincente, la McLaren, e rispetto tra i due piloti di F1. E poi, Lorenzo ha già vissuto una convivenza tosta nel box nel 2008 con Valentino Rossi, ed è comunque riuscito a emergere tra i grandi.

Solo il cronometro e i risultati daranno il verdetto, per il presente conta che la moto, anche dalla parole di Lorenzo, è competitiva contando su potenza e agilità. Anche sullo sviluppo, Marquez ha chiarito che la Honda ha i mezzi per sviluppare due moto diverse, ma è certo che più passerà il tempo, più conterà il peso all'interno del box. E questo il dream team lo sa, determinato perché il sogno non si trasformi in un incubo.

1 nuovo post

 

Tutte le FOTO della nuova Honda

Marquez e Lorenzo si stringono la mano. Al loro fianco c'è la nuova Honda, pronta a far sognare i tifosi del "dream team" della HRC. Ecco tutte le foto della presentazione svolta a Madrid, in cui i due spagnoli appaiono per la prima volta uno accanto all'altro con i colori del team
- di Redazione SkySport24
Termina la presentazione, è il momento delle foto di rito. Ecco la coppia Honda del 2019:
 
 
 
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "La moto mi piaceva già a Valencia, è molto agile, la moto perfetta non esiste ma la squadra mi ha trattato al meglio, sono molto soddisfatto. Tutti i tifosi e noi stessi piloti non erano contenti dell'addio alle corse di Pedrosa, ma per me era un'occasione troppo grande per non accettarla. Sono orgoglioso di farne parte".
 
 
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "Non mi aspettavo di farmi male ora, partiamo un po' indietro, ma cerchiamo di affrontare nel modo più positivo questa situazione. Siamo nel 2019, le tecnologie a livello medico aiutano molto nel recupero. E' stata un'operazione complicata, poteva richiedere anche 6-7 mesi di recupero. L'obiettivo è arrivare in Qatar al meglio".
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo sulle eventuali tensioni con Marquez: "E' quello che sperano i nostri rivali, ma io non ci penso... Il nostro è uno sport individuale, entrambi vogliamo raggiungere il miglior risultato, ed è vero che nelle gare di moto possono esserci momenti di tensione, ma siamo entrambi abbastanza maturi. Se dovessero esserci spero che accadano perché stiamo lottando per qualcosa di importante... E poi credo che con il compagno di squadra un pilota sia più attento, anche nei sorpassi, perchè l'interesse del team viene comunque prima di tutto".
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "Essere in questa squadra significa lottare in ogni gara almeno per il podio, altrimenti è un fallimento. Se saremo in dream team lo diremo a fine anno... E' normale che ci siano momenti di tensione quando il livello è così alto, la cosa importante è che resti tutto all'interno del box. Confrontarsi, parlarsi, sarà sempre la soluzione migliore. Lo abbiamo già fatto nella passata stagione dopo la gara di Aragon, per esempio, quando Jorge ed io ci siamo parlati al telefono per chiarirci. Con Pedrosa ci sono stati momenti delicati nel 2013 e nel 2014, ma poi nei weekend sui circuiti il rispetto è sempre stata la priorità". Un augurio per il Mondiale? "Innanzi tutto che non ci siano altri infortuni, poi naturalmente che arrivino le vittorie".
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez sulla riabilitazione: "E' stato uno degli inverni più noiosi, abbiamo dovuto sacrificarci per recuperare al meglio dopo l'operazione alla spalla. Stiamo lavorando, non sono ancora al 100%, ma cercherò di arrivare più vicino possibile al top alla prima gara in Qatar. Qualche settimana fa il dolore era molto forte, per cui ho preferito restare qualche giorno in più in ospedale, ma ora sono quasi pronto".
 
 
- di Redazione SkySport24
Jorge Lorenzo: "E' un grande onore per me, sono felice di far parte di questo team. Ho avuto la fortuna di correre con altre squadre, ma quando sono arrivato qui ho capito che è di un altro livello. Questo spiega anche le aspettative che ci sono. A Valencia ho visto quanta qualità ci sia nello staff, l'attenzione per i dettagli, è di un altro livello rispetto alle altre squadre. E' il sogno di qualsiasi pilota arrivare in un team così. Io ci sono arrivato oltre i 30 anni, ma non è mai troppo tardi. Ho maturato l'esperienza giusta per poter trarre, spero, il massimo dalla moto. La fiducia che Honda ha messo su di me per avermi è una pressione, è vero, ma ho già l'esperienza giusta per dare il massimo e ottenere i migliori risultati possibili, cercando di ripagare al meglio il team".
- di Redazione SkySport24
Marc Marquez: "E' un privilegio far parte di questa famiglia, dove correvano i miei idoli. Nel 2012 rifiutai una proposta per correre in MotoGP con un altro team, ma volevo restare in Honda per vincere il titolo in Moto2. Il rapporto che c'è con Honda Repsol mi fa sentire molto integrato con la squadra, è il team dei miei sogni, non ho mai pensato di cambiare scuderia".
 
- di Redazione SkySport24
Mick Doohan: "Ho tanti ricordi bellissimi con Repsol Honda. Vincere il primo Mondiale è stato grandioso, riuscirci per 4 volte è stato pazzesco. Il primo nel 1995 è stato il più memorabile per me".
 
 
- di Redazione SkySport24
Àlex Crivillé: "Sono orgoglioso di essere qui. In passato la sfida con con Dohann è stata davvero spettacolare. Entrare in questo team mi ha dato grande tranquillità, è stato un sogno che sono riuscito passo dopo passo a realizzare. Repsol è sempre riuscita a concentrare gli sforzi per costruire la miglior squadra del mondo".
- di Redazione SkySport24
...il video termina, le luci "accendono" il palco dove salgono i 4 piloti con le loro moto.
 
 
 
 
 
 
- di Redazione SkySport24
I 4 piloti tagliano il traguardo e...
 
 
- di Redazione SkySport24

Video spettacolare con questo speciale GP...

- di Redazione SkySport24

Gara inedita presentata sugli schermi, con 4 partecipanti: Dohann, Crivillé, Marquez e Lorenzo.

- di Redazione SkySport24

Tetsuhiro Kuwata, direttore Tesm HRC: "Abbiamo confermato in questi anni una forte determinazione, cercando di migliorarci sempre. Oggi siamo contenti di annunciare il nuovo team con due piloti dagli standard altissimi, rappresentano il meglio che il mercato piloti avesse a disposizione. Vogliamo fornirgli il meglio, e siamo sicuri di poterlo fare".

- di Redazione SkySport24
Il presidente Repsol Antonio Brufau: "Speriamo, con questo nuovo dream team Marquez-Lorenzo di riuscire a mantenerci in vetta, di festeggiare ancora nel 2019 con i due piloti in testa e la moto leader del Campionato costruttori".
- di Redazione SkySport24
Sale sul palco il presidente Repsol Antonio Brufau: "E' un onore festeggiare i 25 di questa collaborazione. Con Honda stiamo dimostrando di poter fare sempre di più ogni anno, ogni giorno cerchiamo di migliorarci. Abbiamo collezionato molti successi fino ad ora, speriamo di continuare su questa strada".
 
 
- di Redazione SkySport24
Oggi si festeggiano anche i 25 anni dell'unione tra Honda e Repsol, diventata sinonimo di innovazione tecnologica.
- di Redazione SkySport24
12 titoli tra Lorenzo e Marquez, coppia dal potenziale altissimo al box Honda.
- di Redazione SkySport24

Novità da Jerez sulla nuova moto

Come spiegato da Guido Meda, il nostro inviato che sta seguendo anche i test di Superbike in Spagna, ha raccolto informazoni importanti da Jerez, dove la Honda sta girando con i suoi tester. Il team sta lavorando in particolare sul forcellone, il braccio oscillante posteriore che attacca la ruota al sistema moto e la motore. L'altra notizia è che ai test di Sepang (6-8 febbraio), al posto di Jorge Lorenzo scenderà in pista il collaudatore tedesco HRC Stafan Bradl.

I più letti