MotoGP, il numero 69 di Nicky Hayden sarà ritirato ad Austin per il Gran Premio degli Stati Uniti

MotoGp
Nicky Hayden con la Honda a Phillip Island il 23 ottobre 2016 (foto getty)

Il CEO di Dorna Sports, Carmelo Ezpeleta, comunica l'omaggio riservato dalla MotoGP al pilota statunitense scomparso il 22 maggio 2017 dopo un incidente stradale: "Il numero di Hayden sarà ufficialmente ritirato dalle corse, il 69 resterà per sempre sinonimo di leggenda"

HONDA 2019, TUTTO SULLA PRESENTAZIONE

MOTOGP, TUTTE LE FOTO DELLA NUOVA HONDA

Il numero 96 che apparteneva a Nicky Hayden sarà ufficialmente ritirato dalla MotoGP e da tutti i Gran Premi futuri. È questa la decisione riportata dal sito ufficiale della MotoGP e spiegata così da Carmelo Ezpeleta: "Sono orgoglioso di questa scelta - sottolinea l'amministratore delegato di Dorna Sports -. Nicky Hayden è stato uno dei maggiori punti di forza della Honda sia in pista sia fuori, mi fa molto piacere onorare ancora una volta la sua eredità e garantire che il numero 69 resti sinonimo di una leggenda e di un campione".

La cerimonia ad Austin

Hayden è tragicamente scomparso il 22 maggio 2017 in seguito a un grave incidente stradale. Il pilota statunitese ha lasciato un segno indelebile nella storia del motorsport, vincendo il titolo MotoGP nel 2006 in sella alla Honda. Le sue qualità umane lo hanno reso un campione completo sotto tutti gli aspetti. L'evento in cui sarà ritiraro il numero 69 si svolgerà durante il Gran Premio degli Stati Uniti, in Texas, tra il 12 e il 14 aprile 2019. "Sarà un grande onore ritirare il numero 69 di Nicky ad Austin", ha detto il padre del pilota, Earl Hayden. "È perfetto che l'evento si svolga proprio negli Stati Uniti, dove le gare avevano molto significato per Nicky".

I successi di Hayden

Il primo successo di Nicky arriva nel 2003, al primo anno in MotoGP, in cui si classifica quinto nel campionato mondiale e riceve il premio di 'rookie of the year'. Nel 2005 ottiene la prima vittoria e arriva terzo in campionato dietro a Marco Melandri e Valentino Rossi. Nel 2006 conquista il suo primo titolo di campione del mondo, deciso all'ultima gara, il 29 ottobre. "Iniziando a correre sulle piste infangate, Hayden ha raggiunto la vetta massima dello sport che amava, grazie a una fusione tra etica lavorativa, umiltà e talento che lo hanno portato a eccellere sia nelle corse che nella vita - riporta il sito ufficiale della MotoGP, nel comunicato che annuncia il ritiro del numero 69 -. Spesso viene ricordato ancora come la persona più amichevole del mondo dei Gran Premi". Hayden è rimasto un elemento fondamentale del paddock della MotoGP fino al 2016, anno in cui decide di passare in Superbike. Il 69 rimarrà per sempre del "Kentucky Kid", il pilota che ha portato il suo numero fino alla Hall of Fame della MotoGP.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche