MotoGP, test di Sepang. Valentino Rossi chiude 10°: "Sono preoccupato, il gap è ampio"

MotoGp

Decimo tempo per Valentino nel terzo e ultimo giorno di test a Sepang: "Mi aspettavo un po’ meglio, la strada per essere competitivi è ancora lunga, non sarà facile arrivare davanti a Bagnaia". Vinales chiude 5°: "Battere le Ducati sul time attack era impossibile". Maverick prova una carena con tre ali

SEPANG, 3° GIORNO DI TEST: I TEMPI

VIDEO. IL NUOVO CASCO DI VALENTINO

FOTO. DUCATI, CARENA CON TRE ALI

Dopo le buone impressioni nelle prime due giornate, il terzo ed ultimo giorno di test a Sepang si chiude in calo per Rossi. Valentino è 10° nella classifica finale, con un distacco di quasi un secondo dal leader Danilo Petrucci. La Yamaha ha applicato profondi cambiamenti al gruppo di lavoro. Modifiche volute e apprezzate da Rossi. Tuttavia nelle prime quattro posizioni, dopo i test di Sepang, ci sono quattro Ducati. Valentino non si abbatte, ma tiene in considerazione questo distacco per migliorare in vista dei prossimi test in Qatar: "Abbiamo lavorato tanto. Alcune cose funzionano, altre no. Mi aspettavo un po’ meglio, anche se ci sono delle buone idee, il gruppo di lavoro è buono. La strada per essere competitivi è ancora lunga. Sembra che il gruppo di lavoro faccia meglio, negli ultimi due anni era come se non avessimo una direzione e fossimo un po’ persi... Il motore va un pochino meglio, dobbiamo migliorare accelerazione e grip. Vinales mi ha proposto di stare in pista insieme e io ho accettato. Sul passo benino, ma quello di Maverick è migliore del mio. Il mio distacco rispetto ai ducatisti è minore, se consideriamo la differenza sul giro secco. Tutti hanno espresso il massimo potenziale, ma lì davanti però ci sono quattro Ducati, questo è il quadro dei test. Non sarà facile arrivare davanti a Bagnaia…. Sono contento a metà. Personalmente direi che è andata bene, è il primo test, qualcosa è migliorata, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare. Il gap è abbastanza grande, abbiamo bisogno di tempo. Sono preoccupato da quello che sarebbe potuto succedere in un'eventuale gara, perché siamo ancora dietro. Sono comunque felice per l’atmosfera e specialmente per le idee nate all’interno del box, sembra che la Yamaha sia molto concentrata su come migliorare, questo è importante".

Vinales: "Battere le Ducati sul time attack era impossibile"

Vinales, che era stato il più veloce nella seconda giornata di test, ha chiuso la terza giornata con il 5° tempo (+0.405 dal leader Petrucci): "Ci ho provato in tutti i modi, ma battere le Ducati sul time attack era impossibile, nel pomeriggio poi faceva troppo caldo ed ero stanco. Sono soddisfatto per come va la nuova moto e per il passo gara che ho avuto. Ho girato con Petrucci e con Rossi, ho visto diverse cose riguardo al consumo delle gomme. Il freno motore funziona molto meglio, la nuova aerodinamica invece va così così. Ci sono sempre aspetti positivi e negativi quando fai dei test. Adesso dobbiamo arrivare a una conclusione per capire se portare la nuova carena in Qatar. Ho fatto qualche giro dietri ai nostri avversari: l’anno scorso c’era un certo distacco, adesso siamo più vicini. I 40 anni di Rossi? Sono qualcosa di incredibile, sono contento di essere suo compagno di team”.

La Yamaha risponde alla Ducati: carena con tre ali

Una delle novità più interessanti del terzo giorno di test a Sepang è la carena "triplano" presentata dalla Ducati. Una soluzione promossa dalla casa di Borgo Panigale. La Yamaha non è rimasta a guardare. Sul profilo twitter della MotoGP è apparsa una foto della M1 di Maverick Vinales con tre ali. Due più grandi, più una terza nascosta sotto le altre due. Una soluzione che non è piaciuta molto a Valentino, mentre Vinales afferma che i lati positivi di questa novità eguagliano quelli negativi. Nei prossimi test a Losail, dal 23 al 25 febbraio, capiremo se ci saranno ulteriori sviluppi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche