Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
14 aprile 2019

SBK, Round Olanda: prova di forza per Bautista: sue anche le gare di Assen

print-icon

Bautista distrugge il favorito Rea ad Assen, eguagliando le sue undici vittorie consecutive. Van Der Mark sugli scudi nella gara di casa, due volte a podio e sempre superiore al compagno Lowes. Weekend difficile per i piloti italiani, mentre spiccano i team Puccetti e Pedercini.

SUPERSPORT E SUPERSPORT 300, I RISULTATI

MOTOGP, SUPERBIKE, F1: DOMENICA A TUTTO GAS SU SKY

LO SPECIALE SUPERBIKE

Dopo le prove libere sembrava che Jonathan Rea fosse un passo avanti rispetto a tutti, ma la domenica ci ha consegnato un Alvaro Bautista inarrestabile: primo in tutte le sessioni, dal warm up fino alle due gare. Scattato dalla pole position, in Gara 1 lo spagnolo è scappato fin dal primo giro chiudendo con tre secondi di vantaggio su Rea, mentre nel pomeriggio il campione del mondo gli ha dato filo da torcere nei primi giri, cercando di rallentare il ritmo del gruppo. Una volta passato, però, Bautista ha seminato la Kawasaki andando a vincere nuovamente.

Il #19 corona al meglio un weekend partito in salita, con tanto lavoro da fare per sistemare il setup della Panigale V4R. In Gara 2 è riuscito a far segnare il record della pista in corsa, in 1'34''564, due decimi sotto il vecchio riferimento di Rea. Il nordirlandese si vede raggiungere a quota undici vittorie consecutive, record di categoria, e dopo il secondo posto di Gara 1 (il decimo su dieci gare) perde la piazza d’onore in Gara 2, giungendo terzo battuto da un Michael Van Der Mark in giornata di grazia sulla pista di casa (terzo in mattinata).

Due volte quarto Alex Lowes, per la prima volta in stagione nettamente dietro al compagno di squadra, ma capace di ribaltare un fine settimana partito male con due cadute. In Gara 1 Leon Haslam, quinto, ha preceduto Markus Reiterberger e Chaz Davies, con Jordi Torres migliore degli indipendenti ottavo al traguardo. Torprak Razgatlioglu e Tom Sykes chiudono la top-10; dodicesimo Marco Melandri, ritirati Michael Ruben Rinaldi e Alessandro Delbianco.

In Gara 2, detto dei primi quattro, Davies si è ripreso con una buona quinta piazza davanti a Reiterberger, Sykes e Haslam, mentre il miglior privato è Razgatlioglu nono con Torres decimo. Una vittoria a testa nella classifica indipendenti per i team Pedercini e Puccetti, a conferma del bel lavoro fatto dalle squadre italiane. Abisso Italia: Melandri è solo quattordicesimo, Rinaldi quindicesimo, Delbianco diciassettesimo.

Tempi e classifica di Gara-1

Tempi e classifica di Gara-2

La classifica generale

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi