MotoGP, Dainese Riding Masters, Rossi: "Jerez esame importante per competitività Yamaha"

MotoGp

Valentino Rossi in occasione del Dainese Riding Masters si è improvvisato maestro per i quattro vincitori dell'asta benefica a favore della fondazione Simoncelli: "Sempre bello fare beneficenza per una buona causa". Sul Mondiale: "Rins ad Austin è stato più bravo. Aspettiamo il prossimo GP per capire quanto saremo competitivi"

ROSSI AL DAINESE RIDING MASTERS

Il Dottore si è improvvisato maestro durante l'evento Dainese Riding Masters, organizzato a Misano dalla casa vicentina in collaborazione proprio con Rossi. Ad approfittare dei consigli e dei segreti per affrontare al meglio la pista del Misano World Circuit Marco Simoncelli sono stati i quattro vincitori dell'asta di beneficenza a favore della fondazione di Simoncelli, che per l'occasione è riuscita a raccogliere 49mila euro. Vale si è mostrato entusiasta dell'iniziativa: "Bellissima idea della Dainese. Sono stato molto contento quando me l'hanno proposto perché quando si può fare della beneficenza e poi per la fondazione di Marco è sempre bello. C'erano quattro ragazzi, qualcuno con più esperienza qualcuno meno, ma è stato bello insegnare i trucchi di Misano". Scesi in pista con il nove volte campione del mondo sono stati Guido Meda e Mauro Sanchini: "Si sono comportati bene, abbiamo girato insieme. Sanchio è molto veloce, guida di traverso come ai vecchi tempi. Con Guido dobbiamo lavorare un po' sull'entrata a destra. È mancino (ride)".

Gli obiettivi per il Mondiale

"Il Mondiale è bellissimo, tre piloti e case diverse hanno vinto. Lottiamo ogni gara per la vittoria, questo è l'obiettivo. La stagione è iniziata bene, ma sarà dura perchè ogni pista è diversa. Negli ultimi due anni è stata dura a Jerez, sarà una prova importante per vedere se siamo competitivi. E sul sorpasso di Rins negli ultimi giri del Gran Premio di Austin: "Ho rivisto la gara ieri sera, è stata molto bella, mi dispiace non aver vinto. Ma la lotta con Rins è stata tosta perché ho fatto qualche errore. Non ho mollato, sono riuscito a riprenderlo, ma alla fine è stato più bravo, mi ha battuto, ma sono molto contento. Dobbiamo lavorare per continuare così".

Anche Morbidelli al Dainese Riding Masters

Un Morbidelli emozionato e impacciato in veste di istruttore: "Quando sono arrivato mi sono chiesto 'Si fideranno? Dirò delle cose giuste?' E' una cosa bellissima stare a contatto con i piloti che vedi in tv e poi vederli in pista vicino a te, deve essere una bella emozione. E sul GP delle Americhe dove il giovane pilota ha fatto il miglior risultato della sua carriera in MotoGP, quinto: “Grande emozione, quest'anno sento che abbiamo un buonissimo potenziale. Siamo stati veloci dall'inizio e non vedo l'ora di andare a Jerez". E sul risultato del suo "maestro" : "Vale è una bestia, va fortissimo riesce a cogliere il massimo da ogni weekend. È partito forte. La Yamaha può portare dei sviluppi tecnici che faranno crescere ancora di più il livello della moto. Ci sarà da divertirsi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche