MotoGP, Dainese Riding Masters, Rossi: "Jerez esame importante per competitività Yamaha"

MOTOGP

Valentino Rossi in occasione del Dainese Riding Masters si è improvvisato maestro per i quattro vincitori dell'asta benefica a favore della fondazione Simoncelli: "Sempre bello fare beneficenza per una buona causa". Sul Mondiale: "Rins ad Austin è stato più bravo. Aspettiamo il prossimo GP per capire quanto saremo competitivi"

ROSSI AL DAINESE RIDING MASTERS

Il Dottore si è improvvisato maestro durante l'evento Dainese Riding Masters, organizzato a Misano dalla casa vicentina in collaborazione proprio con Rossi. Ad approfittare dei consigli e dei segreti per affrontare al meglio la pista del Misano World Circuit Marco Simoncelli sono stati i quattro vincitori dell'asta di beneficenza a favore della fondazione di Simoncelli, che per l'occasione è riuscita a raccogliere 49mila euro. Vale si è mostrato entusiasta dell'iniziativa: "Bellissima idea della Dainese. Sono stato molto contento quando me l'hanno proposto perché quando si può fare della beneficenza e poi per la fondazione di Marco è sempre bello. C'erano quattro ragazzi, qualcuno con più esperienza qualcuno meno, ma è stato bello insegnare i trucchi di Misano". Scesi in pista con il nove volte campione del mondo sono stati Guido Meda e Mauro Sanchini: "Si sono comportati bene, abbiamo girato insieme. Sanchio è molto veloce, guida di traverso come ai vecchi tempi. Con Guido dobbiamo lavorare un po' sull'entrata a destra. È mancino (ride)".

Gli obiettivi per il Mondiale

"Il Mondiale è bellissimo, tre piloti e case diverse hanno vinto. Lottiamo ogni gara per la vittoria, questo è l'obiettivo. La stagione è iniziata bene, ma sarà dura perchè ogni pista è diversa. Negli ultimi due anni è stata dura a Jerez, sarà una prova importante per vedere se siamo competitivi. E sul sorpasso di Rins negli ultimi giri del Gran Premio di Austin: "Ho rivisto la gara ieri sera, è stata molto bella, mi dispiace non aver vinto. Ma la lotta con Rins è stata tosta perché ho fatto qualche errore. Non ho mollato, sono riuscito a riprenderlo, ma alla fine è stato più bravo, mi ha battuto, ma sono molto contento. Dobbiamo lavorare per continuare così".

Anche Morbidelli al Dainese Riding Masters

Un Morbidelli emozionato e impacciato in veste di istruttore: "Quando sono arrivato mi sono chiesto 'Si fideranno? Dirò delle cose giuste?' E' una cosa bellissima stare a contatto con i piloti che vedi in tv e poi vederli in pista vicino a te, deve essere una bella emozione. E sul GP delle Americhe dove il giovane pilota ha fatto il miglior risultato della sua carriera in MotoGP, quinto: “Grande emozione, quest'anno sento che abbiamo un buonissimo potenziale. Siamo stati veloci dall'inizio e non vedo l'ora di andare a Jerez". E sul risultato del suo "maestro" : "Vale è una bestia, va fortissimo riesce a cogliere il massimo da ogni weekend. È partito forte. La Yamaha può portare dei sviluppi tecnici che faranno crescere ancora di più il livello della moto. Ci sarà da divertirsi".

I più letti