Moto3, GP Spagna: 1° Antonelli, 2° Suzuki: doppietta Sic58 sulla pista di Simoncelli

MotoGp

Guido Sassi

Jerez si colora di magia con la prima vittoria del SIC58 Squadra Corse, che in Spagna conquista addirittura una doppietta: primo Antonelli e secondo Suzuki sulla pista dove Marco Simoncelli aveva centrato la prima vittoria mondiale in carriera. A completare un fantastico podio ci pensa Celestino Vietti con un terzo posto, il secondo in carriera in appena otto gare. La gara della MotoGP scatta alle 14, seguila su Sky Sport MotoGP (canale 08) e su skysport.it

MOTOGP, I TEST DI JEREZ LIVE

GUIDA TV - TEMPI

CLASSIFICA - CALENDARIO

La prima pole position in carriera di Lorenzo Dalla Porta va a braccetto con un'altra novità: la prima fila in assoluto di Celestino Vietti dello Sky Racing Team VR46. Attardati in partenza i leader del mondiale, con Canet settimo e Masia quindicesimo. Sono in gran forma i piloti del SIC58 Squadra Corse: Suzuki è secondo e Antonelli quarto.

Al via Dalla Porta fa impennare la sua KTM, Suzuki scappa subito davanti ai due Sky Racing Team VR46. Al termine del primo giro, in curva 13, Antonelli guadagna la seconda posizione e si mette all'inseguimento del compagno di squadra. Gabriel Rodrigo cade, Arenas riesce ad evitarlo, Fenati e Masia continuano a soffrire nella pancia del gruppo. Proprio il Cachorro va a terra nel corso del secondo giro, in un tentativo di sorpasso su Migno alla curva 2, buona notizia per Canet che mantiene un profilo basso ma sale fino alla quarta posizione.

Un giro più tardi Dalla Porta recupera il gap sui due piloti in testa e si riporta davanti a tutti: il gruppo conta una decina di piloti. Celestino poco dopo prende il comando e tenta di forzare il ritmo per andare via, ma non ha margine. Per qualche giro Suzuki, Dalla Porta e Vietti si scambiano le prime tre posizioni, ma Canet in quarta posizione sembra in grado di controllare la situazione. Anche Fenati completa la rimonta e si riporta tra i primissimi: i due piloti più esperti del gruppone di testa repentinamente avanzano e il rider di Cecchini si mette in luce con un paio di sorpassi che lo portano fino alla seconda posizione.

A metà gara, con quattro italiani e mezzo (contando il giappo-riccionese Suzuki) tra i primi sei, le prospettive per i nostri colori sono ottime. Con 18 piloti compressi in due secondi e in un unico plotone, la gara sembra più incerta che mai.

A 8 giri dal termine è la KTM di Ramirez per il team Leopard a prendere il comando delle operazioni: il pilota spagnolo fa cenno a Dalla Porta di seguirlo, ma il passo rimane sull’1'4'' e mezzo, la fuga è impossibile. Sempre attento e veloce Canet in quarta posizione.

A cinque giri dal termine la direzione gara infligge a Dennis Foggia un long lap penalty che lo toglie dalle posizioni di testa, dove Niccolò Antonelli si prende la prima posizione: mezzo giro dopo Ramirez va a terra e crea scompiglio nel gruppo, facendo cadere anche Fenati; nello stesso giro alla sei va giù anche Garcia che abbatte Fernandez.

A tre giri dalla fine in testa torna Suzuki davanti a Vietti e Antonelli, Canet e Dalla Porta provano a chiudere il mini gap sui primi tre. Antonelli inizia l'ultimo giro in testa e si porta dietro Vietti. Il pilota di Cattolica è perfetto e va a vincere, Suzuki all'ultima curva supera Vietti per un’ incredibile doppietta.

Sul tracciato dove Marco Simoncelli aveva conquistato la prima vittoria mondiale in carriera la soddisfazione e la commozione di papà Paolo sono emozioni enormi: "C'è un po' di storia dietro a questo successo - ammette in lacrime -. Anche noi siamo riusciti a vincere la nostra prima gara come squadra. Questi due ragazzi sono due anni che lavorano insieme e sono cresciuti tantissimo". Antonelli sale in classifica in seconda posizione a solo un punto di distacco da Canet, oggi quarto: "Sensazione fantastica. A metà gara mi sono ritrovato indietro per un contatto, ma poi sono riuscito a tornare nel gruppo davanti e a vincere". Antonelli non tagliava il traguardo davanti a tutti dal Qatar 2016, Vietti sale per la prima volta sul podio del mondiale in questo 2019: "Tantissimi sorpassi e non posso pensare a una gara migliore di questa, ho dato tutto" dichiara emozionatissimo.

L'ordine di arrivo

1 Niccolò ANTONELLI 39'30.327
2 Tatsuki SUZUKI +0.242
3 Celestino VIETTI +0.305
4 Aron CANET +0.472
5 Albert ARENAS +0.563
6 Kaito TOBA 1.133
7 Jakub KORNFEIL 1.187
8 Lorenzo DALLA PORTA 1.291
9 Ai OGURA 1.430
10 Andrea MIGNO 1.441
11 Darryn BINDER 6.836
12 John MCPHEE 6.851
13 Kazuki MASAKI 7.104
14 Alonso LOPEZ 7.113
15 Ayumu SASAKI 7.119
16 Dennis FOGGIA 8.968
17 Tony ARBOLINO 10.252
18 Can ONCU 15.474
19 Stefano NEPA 30.984
20 Vicente PEREZ 31.035
21 Riccardo ROSSI 38.862
22 Meikon KAWAKAMI 47.894
23 Marcos RAMIREZ +1'14.849

Non classificati

Makar YURCHENKO 1 giro
Sergio GARCIA 4 Giri
Raul FERNANDEZ 4 Giri
Romano FENATI 4 Giri
Tom BOOTH-AMOS 4 Giri
Gabriel RODRIGO 8 Giri
Filip SALAC 12 Giri
Jaume MASIA 20 Giri

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche