Superbike, Imola. La sfida Ducati-Kawasaki arriva in Italia

MotoGp
superbike

Tutto pronto ad Imola per il quinto round del mondiale Superbike. Kawasaki e Rea ripartono all’attacco della coppia dominante Bautista-Ducati, convinti che il circuito del Santerno sia il posto giusto dove provare ad invertire il trend della stagione.

Il round di Imola live da venerdì su SkySportMotoGP (canale 208). Gara 1 Superbike sabato alle ore 14 e domenica SuperPole Race alle 11 e gara 2 alle 14. In pista anche Supersport e Supersport 300 con gare domenica alle 12.10 e 15.10

LO SPECIALE SUPERBIKE

Alvaro Bautista, 11 gare, 11 vittorie con la Ducati, ha letteralmente monopolizzato il primo terzo di stagione del Mondiale Superbike, facendo la differenza e il vuoto alle sue spalle tanto che il binomio #19+Panigale V4R sembra essere imbattibile. La sequenza di 11 successi consecutivi in apertura di mondiale è già un record. Il dato è ancora più impressionante se si pensa che il 34enne spagnolo, venendo da 9 stagioni consecutive in MotoGP dove ha corso quasi per tutti i costruttori, è un "rookie" in Superbike (moto e gomme totalmente nuove per lui).

Dal dominio verde a quello rosso

Quanto sia stato fino ad ora dominante il binomio Bautista/Panigale V4R è dimostrato anche dai numeri dei principali avversari. L’ultima volta che Kawasaki, al top con Rea nelle ultime 4 stagioni, non ha vinto almeno una gara nei primi quattro round del mondiale risale al 2011, quando il team Provec Racing, la struttura catalana che è il riferimento Factory della casa di Akashi, non c’era ancora. Allo stesso modo, per trovare il “campionissimo” Rea a secco di vittorie dopo 4 round bisogna risalire all’era Honda. Il nordirlandese però vede in Imola il posto giusto dove invertire il trend della stagione e cercare di farlo "a casa loro", delle Rosse Ducati, è un ulteriore boost alla sua motivazione e a quelle degli uomini del KRT. Lo scorso anno, del resto, lo slancio per la conquista del quarto mondiale consecutivo partì proprio da qui.

Il posto giusto dove attaccare

"Ho riposato qualche settimana a casa e sono nuovamente carico e pronto ad attaccare – dice Rea -. Dopo quattro round abbiamo valutato e capito dove siamo e dove dobbiamo migliorare. Arriviamo a Imola cercando di fare un altro passo in termini di guidabilità della moto e di prestazione pura. Il circuito è incredibile e ad Imola mi piace correre perché è pieno di storia e dal punto di vista del pilota è una divertente correrci. È molto particolare con variazioni altimetriche continue e hai davvero bisogno di sentirti un tutt'uno con la tua moto per spingere al limite. Attendo con ansia le FP1 per capire da subito le nostre prestazioni, se possiamo essere competitivi e sono sicuro che potremo esserlo. Lavorerò con il mio team per tutto il venerdì per avere una moto a posto. Vedo Imola come una pista in cui possiamo essere davvero competitivi e mi sento come se fosse il momento della mia stagione in cui possiamo provare a cambiare l’inerzia del campionato. Imola ci offre una buona opportunità per farlo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche