Superbike, Yamaha a Imola tra conferme e riscatti

MotoGp

I due team Yamaha si avvicinano ad Imola in condizioni molto diverse: la squadra Factory per consolidare il buon inizio di campionato, il team GRT per ritornare sugli standard di inizio stagione, quando Marco Melandri salì sul podio a Phillip Island nel round di apertura

Il round di Imola live da venerdì su SkySportMotoGP (canale 208). Gara 1 Superbike sabato alle ore 14 e domenica SuperPole Race alle 11 e gara 2 alle 14. In pista anche Supersport e Supersport 300 con gare domenica alle 12.10 e 15.10

LO SPECIALE SUPERBIKE

Yamaha Factory terza forza del campionato

Il primo terzo di stagione è stato positivo per il team Factory Yamaha, diretto in pista da Paul Denning. Sia Lowes che Van der Mark sono andati ripetutamente a podio, con il 28enne inglese al momento terzo nella classifica del mondiale alle spalle di Bautista e Rea, grazie ai quattro podi conquistati nei primi 4 round di questa stagione. Assen a parte, dove ha chiuso due volte quarto, Lowes è stato spesso della partita per il secondo e terzo gradino del podio (essendo il primo un’esclusiva di Bautista e della Ducati Panigale V4R).  Dall’altra parte del box Crescent, Vd Mark si presenta ad Imola sullo slancio della grande prestazione “in casa” ad Assen. Nel Round olandese VdM è salito sul podio in gara1 conquistando il terzo posto, prima top-3 per lui in questo mondiale 2019. In gara2 l’olandese si è ulteriormente migliorato, arrivando a mettersi alle spalle Jonathan Rea, regalando alla Yamaha il miglior risultato della stagione (secondo).
Tra le fila del team Factory di Iwata c’è quindi ottimismo in vista di Imola. L’obiettivo minimo resta il podio con la possibilità magari di puntare a qualcosa di più…Bautista permettendo

Melandri, due giorni di test per superare le difficoltà

Dopo una partenza fantastica con il podio nel round di apertura in Australia, per Marco Melandri è iniziato il calvario. I problemi di set up con la sua R1 si sono via via acutizzati fino a diventare insormontabili ad Assen, costringendo il pilota di Ravenna nelle posizioni di retro-classifica. Malgrado gli sforzi compiuti dal team GRT, struttura italiana “Independent” passata dal mondiale Supersport alla Superbike in questa stagione, la situazione tra Buriram, Aragon e Assen non è migliorata. Le cose potrebbero però cambiare ad Imola, dove Melandri oltre alla motivazione extra derivante dalla gara di casa (è salito sul podio nelle ultime due stagioni), potrà far fruttare i due giorni di test svolti recentemente a Magione.
Guardando nell’altro lato del box GRT, Sandro Cortese, rookie in Superbike, si presenta ad Imola se non in condizioni perfette almeno in netta ripresa dopo il “gran botto” di Assen dove il campione del mondo in carica Supersport è caduta a 240 km/h in qualifica infortunandosi seriamente alla spalla. Obiettivo per lui sulle rive del Santerno almeno la top-10.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche