Ritiro Lorenzo, Dall'Igna: "Stop definitivo, non mi aspetto che torni in MotoGP"

MOTOGP

Dall'Igna sull'addio alla MotoGP di Lorenzo: "Si ritira un grande campione, che ha saputo regalare tante emozioni. Tornare? Non credo, perchè bisogna essere ai massimi livelli sia fisici sia mentali, con un anno di pausa non recupererebbe a pieno"

E' un legame quasi ventennale quello che lega Dall'Igna a Lorenzo, l'ingegnere della Ducati ha avuto un ruolo fondamentale nel portare lo spagnolo a Borgo Panigale nel 2017. A Valencia Lorenzo correrà l'ultima gara in MotoGP, ha deciso di ritirarsi come annunciato giovedì in una conferenza straordinaria: "Sicuramente è stato un giorno triste per tutti gli amanti delle moto perché si ritira un grande campione, che è riuscito a dare tanti emozioni a chi ama questo sport", sottolinea Dall'Igna. In conferenza Lorenzo è apparso particolarmente sereno: "Forse perchè era un'idea era già maturata da tempo. Le due cadute di metà stagione lo hanno fatto ragionare e fargli prendere la decisione di mettere il casco da parte". Una scelta definitiva? "Non credo che a 32 anni si possa rientrare nel Motomondiale ad alti livelli. Atri piloti sono tornati in pista ma non in questo Campionato, questo Mondiale va affrontato ai massimi livelli sia dal punto di vista fisico sia da quello mentale. Non credo che un anno di riposo aiuti il pilota a recuperare a pieno", spiega Dall'Igna. Nessun rammarico sul suo rapporto con Ducati: "Capita spesso di dover prendere le decisioni nel momento sbagliato, è andata così, nessun rimpianto".

I più letti