MotoGP e Superbike 2020, Ducati sogna con Domenicali: "Puntiamo al titolo"

MotoGp

Superbike e MotoGP, la Ducati vuole tutto: "Abbiamo le risorse necessarie per puntare al titolo in entrambi i Campionati", chiarisce l'Ad Domenicali. Sul mercato: "Potremmo anche cambiare lo 0% dei piloti"

La doppietta? Si può fare. Claudio Domenicali, Ad Ducati, punta in alto chiarendo gli obiettivi della stagione. Nel giorno della presentazione del team di Superbike spinge Redding e Davies: "Non vinciamo il Mondiale da troppo tempo (l'ultimo titolo nel 2011 con Carlos Checa), le risorse che abbiamo messo in campo quest'anno si meritano di raggiungere un compimento. L'anno scorso abbiamo vinto tantissime gare, ora dobbiamo tornare nel posto che Ducati merita". E il discorso non cambia pensando alla MotoGP: "Abbiamo fatto molto bene negli ultimi tre anni, ma anche in questo caso pensiamo di avere le risorse per poter puntare al titolo. Siamo nell'era Marquez, è vero, il distacco che lui ha inflitto ai rivali negli ultimi tre Campionati è certamente alto, pesante, lo è stato soprattutto nel 2019, ma credo che i nostri tecnici e i nostri piloti abbiano lavorato molto per lottare al vertice. Ci sarà molto da divertirsi,  saranno due Mondiali interessanti".

Mercato piloti

Domenicali taglia corto sul fronte mercato: "Per ora siamo concentrati su questa stagione. Ho chiesto a Ciabatti di prendere posizione sul fatto che non sia certo che cambieremo entrambi i piloti: abbiamo il tre volte vice campione del mondo, Petrucci si è allenato tanto e bene, abbiamo ottimi piloti in Pramac e Superbike, potremmo anche cambiare lo 0% dei nostri piloti. Qando sarà il momento comunicheremo le nostre decisioni". 

I più letti