MotoE, a Jerez il più veloce dei tre giorni è Matteo Ferrari

moto-e
Rosario Triolo

Rosario Triolo

credit Pramac Racing
pramac_deangelis

Il Campione del Mondo 2019 segna il miglior tempo assoluto, benissimo anche De Angelis. Ora per tutti un difficile rientro in Italia

Le ultime moto in pista prima di una pausa forzata che (speriamo) finirà i primi di maggio sono state quelle della MotoE a Jerez, lo stesso circuito da dove, se tutto andrà bene, ripartirà il Motomondiale.

 

E l'ultimo giro veloce è di un italiano, il nostro Matteo Ferrari, Campione in carica e autore di una giornata di prove in cui ha testato anche soluzioni alternative, scartate a fine ultimo turno, che non gli hanno però impedito di mettersi davanti a tutti.

 

Altrettanto brillante è stato Alex De Angelis, quinto assoluto, capace di trovarsi a suo agio come non gli era mai successo l'anno scorso, soprattutto nei cambi di traiettoria. De Angelis ha apprezzato tutti i miglioramenti della MotoE introdotti per il 2020, dalla nuova forcella più rigida alla gomma posteriore più grande, passando per il sistema di raffreddamento della batteria che ne prolunga la durata. De Angelis si è detto grato al team Pramac che lo ha sostenuto in questi giorni con professionalità e reattività nonostante le preoccupazioni di tutti per il blocco dei voli tra Spagna e Italia.

 

Sono soddisfatti anche i debuttanti Zaccone e Marcon. Entrambi provenienti dal Cev Moto2, hanno concluso il loro primo approccio con la MotoE migliorandosi costantemente. Zaccone nel terzo giorno ha deciso di saltare il turno centrale per concentrarsi su quello con condizioni migliori, l'ultimo, visto che la sua batteria aveva durata limitata a causa della mancanza, momentanea, della nuova presa d'aria.

 

Marcon invece ha un po' buttato il terzo turno per via di qualche gomma non perfettamente funzionante, ma si ritiene già in grado di poter competere per la top ten.

 

Insomma, includendo nel discorso il sempre veloce Canepa e Mattia Casadei, che aspettiamo in pista al più presto dopo la rinuncia di Sic58 squadra corse a prendere parte a questi test, per il 2020 l'Italia ha uno schieramento promettente, pronto a giocarsela contro i veloci Aegerter, Granado e Smith, che sono stati tra i migliori dei test di Jerez.

 

Adesso i nostri ragazzi sono attesi da un difficile percorso per rientrare a casa. Lo documenteremo per Sky Sport grazie al contributo di tutti i piloti italiani impegnati nel test.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche