MotoGP, Iannone a Biaggi: "Non avrei dovuto lasciare la Ducati"

MotoGp
©Getty

Il pilota dell'Aprilia in diretta su Instagram con Biaggi: "Con il senno di poi non sarei mai andato via da Ducati". Futuro in Superbike? "Ora non ci penso, ma mai dire mai"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Iannone si confessa a Max Biaggi, attraverso una diretta su Instagram: "Con il senno di poi cambieresti sempre qualcosa del tuo passato. Nel mio caso non sarei dovuto andare via dalla Ducati", ammette l'attuale pilota dell'Aprilia. "Le stagioni del 2015 e 2016 erano state molto buone per me. La moto nello specifico era spaventosa in accelerazione e decelerazione, mentre soffriva in inserimento in curva. Sono passato in Suzuki e ho trovato l'opposto. Oggi serve un compromesso per fare bene, una moto che freni forte e che abbia trazione", aggiunge Iannone.

I passi avanti dell'Aprilia

Riguardo l'attuale team, l'Aprilia, Iannone si è detto soddisfatto:  "Sto bene con la squadra e sono convinto di poter fare davvero un ottimo lavoro. L'intera azienda è cresciuta molto, la pausa permetterà di migliorare ancora di più la GP2020. Lasciare la MotoGP e correre in Superbike? "In questo momento non ci penso, ma mai dire mai...".

 

La rivalità Rossi-Biaggi

I due scherzano nel corso della diretta, divertenti le battute su una delle passioni di Iannone, quella per Valentino: "Mio fratello Angelo era un 'biaggista', io invece no, lo ammetto: quando ho iniziato avevo 7 anni e Rossi vinse il suo primo titolo in 125, mi affascinava, era il mio idolo".

MOTOGP: SCELTI PER TE