Superbike 2020 a Jerez, Redding su Ducati vince Gara 2 in Spagna. A Rea la Superpole Race

SBK
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

La gara sprint va a Rea, mentre nel pomeriggio Redding replica il successo di sabato e scappa in classifica. Gara 2 magica per Ducati, con Davies a podio e Rinaldi quarto. Razgatlioglu rompe in mattinata, poi fa terzo

SBK: GUIDA TV - LO SPECIALE

Il weekend di Jerez rappresenta una pietra miliare per Ducati e per la storia della Panigale V4R. Dopo il successo in Gara 1, infatti, Scott Redding ha chiuso si è confermato in Gara 2 precedendo il compagno di squadra Chaz Davies, apparentemente tornato alla piena competitività su una moto che nel primo anno e mezzo lo ha messo in grande difficoltà. A completare il cerchio c’è l’ottima prestazione di Michael Ruben Rinaldi, quarto sul traguardo della gara pomeridiana.

 

La Superpole Race ha visto Jonathan Rea cogliere la sua novantesima affermazione in carriera in Superbike. Il nordirlandese ha contenuto la rimonta dello stesso Redding e ha guadagnato il gradino più alto di un podio chiuso da Michael Van Der MarkLa quarta posizione è andata a Loris Baz, che ha tenuto dietro Chaz Davies; un problema tecnico ha fermato invece Toprak Razgatlioglu mentre si trovava in seconda posizione, braccato da Redding. 

 

Gara 2 al contrario è stata un soliloquio dell’inglese di casa Aruba Ducati, che ha preso il comando nelle primissime fasi di gara e si è involato solitario verso il successo. Una buona partenza ha permesso a Davies di rimanere fin da subito nel gruppo di testa: il gran ritmo dimostrato già nella prima gara gli ha permesso di artigliare un podio significativo davanti a Razgatlioglu, che ripete il terzo posto di Gara 1. La quarta posizione di Michael Ruben Rinaldi fa rumore e conferma i buoni segnali mostrati nei test e nel fine settimana di Jerez. Una bella soddisfazione per il team Ducati GoEleven e per il pilota romagnolo, che nei prossimi round può puntare a essere costantemente veloce. 

 

Pomeriggio difficile per Kawasaki: se Alex Lowes archivia un quinto posto che rappresenta il massimo risultato del weekend, Rea non va oltre il sesto e perde tanto terreno in classifica. Van Der Mark chiude settimo, con Alvaro Bautista ottavo e Marco Melandri buon nono dopo l’ottava piazza di Gara 1. Buona prestazione per Garrett Gerloff, decimo sotto la bandiera a scacchi; vanno a punti Tom Sykes, Leon Haslam, Xavi Fores, Sandro Cortese e Tati Mercado, mentre sedicesimo è Federico Caricasulo davanti a Baz, caduto mentre lottava per il podio. Lorenzo Gabellini termina diciannovesimo.

sbk

MOTOGP: SCELTI PER TE