Supersport in Spagna, Locatelli trionfa in gara-2

Supersport
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

Locatelli conquista la terza vittoria su tre nella Gara 2 di Jerez, Cluzel e Mahias completano il podio. Oettl chiude quarto davanti a De Rosa. In SSP300 Bahattin Sofuoglu, nipote di Kenan, coglie il primo successo in carriera

SUPERBIKE, GLI HIGHLIGHTS DI GARA 2

Altro giro, altra corsa, ma stesso risultato. La Supersport rimane affare di Andrea Locatelli, che dopo la vittoria di Gara 1 si impone anche in Gara 2 confermandosi a punteggio pieno in classifica. Il bergamasco è scattato dalla pole e non ha mai perso la leadership della gara, consegnando l’ennesimo trofeo al team Bardahl Evan Bros e allungando nel modiale su Jules Cluzel. Il francese ha replicato il secondo posto di

sabato, dovendosi però difendere dagli attacchi del suo arrembante connazionale Lucas Mahias. 

 

Ai piedi del podio Philipp Oettl con la seconda Kawasaki Puccetti, mentre Raffaele De Rosa artiglia il quinto posto. Il napoletano di casa MV Agusta è stato protagonista di un curioso episodio che ha portato all’esposizione della bandiera rossa e alla riduzione della gara dai diciassette giri previsti a undici: procedendo verso la prima curva nel giro di ricognizione, De Rosa è stato tamponato da Axel Bassani; entrambi i piloti stavano armeggiando sul proprio casco e quest’ultimo non si è accorto della MV che rallentava davanti a lui, colpendola e seminando detriti per la pista. Bassani non ha poi preso il via. De Rosa ha preceduto di un’inezia Corentin Perolari e Isaac Vinales, mentre Steven Odendaal ha bruciato Hannes Soomer per l’ottava piazza. Manuel Gonzalez chiude decimo dopo un’ottima partenza, seguito da Danny Webb. A punti Federico Fuligni, quattordicesimo, mentre dopo il punto racimolato ieri Luigi Montella conclude diciannovesimo. 

 

La Supersport 300 ha regalato la bella storia di Bahattin Sofuoglu, nipote di Kenan e vincitore della sua prima gara in carriera. Il turco ha condotto un’autorevole gara di testa battendo sul traguardo Hugo De Cancellis, poi penalizzato per aver più volte infranto i limiti della pista. Il secondo posto è stato così ereditato da Ana Carrasco, mentre con la terza piazza Tom Booth-Amos festeggia il secondo podio in due giorni e balza in testa alla classifica. Bruno Ieraci è il migliore degli italiani, settimo; a punti Thomas Brianti (9°), Kevin Sabatucci (11°) e Filippo Rovelli (14°).

MOTOGP: SCELTI PER TE