Superbike a Barcellona (Spagna): calendario, orari e guida tv

guida tv

I mondiali Superbike, Supersport e Supersport 300 debuttano a Barcellona nel terzultimo round della stagione. Lotta accesissima in top class con Rea contro Redding e Kawasaki contro Ducati. In Supersport, il nostro Roberto Locatelli potrebbe laurearsi campione del mondo. Diretta su Sky Sport Collection, canale 205: gara 1 Superbike sabato alle 14, Superpole Race domenica alle 11 e gara 2 alle 15

Prima di arrivare ad Aragon per la back to back al Motorland, Jonathan Rea era in testa al mondiale con 4 punti di vantaggio su Scott Redding, praticamente sfida pari, si ripartiva da zero. Il fenomeno nordirlandese della Kawasaki, con una tripletta devastante sui saliscendi di Portimao, aveva raddrizzato la situazione che a Jerez, nel round di restart della stagione, stava prendendo una piega pericolosa per lui con la tripletta dell'inglese della Ducati factory. Poi è arrivato il doppio round di Aragon/Teruel...

Al Motorland è cambiato tutto o quasi

I numeri dei due round in Aragona non mentono. Sei gare. Jonathan Rea: 3 vittorie, 2 secondi posti, 1 terzo. Sempre a podio. Scott Redding: 2 vittorie, 1 secondo posto, 1 terzo posto ma anche 1 quarto e un ko pesantissimo da zero punti. Risultato: il vantaggio del 5 volte campione del mondo passa da 4 a 36 lunghezze quando restano i round di Catalunya, Magny Cours e Estoril per un totale di 186 punti da assegnare. È tutto ancora in gioco quindi, ma a Barcellona la Ducati e Redding dovranno star davanti in ogni modo alla Kawasaki ZX10RR di Rea altrimenti per il mondiale sarà durissima. Il Montmelò poi, almeno sulla carta, dovrebbe essere una pista meno favorevole a Ducati di quanto pareva esserlo Aragon. Il team KRT Provec gioca in casa, la sede è a pochi chilometri dalla pista e i test hanno visto Jonathan Rea mettersi dietro tutti, in primis Redding che comunque era andato molto forte (e conosce la pista). Nella battaglia per il titolo si dovrà comunque tenere in considerazione "l'attacco" delle Rosse che è potenzialmente a tre punte. Oltre all'inglese campione BSB 2019 (rookies nel WSBK) ci si aspetta lì davanti anche Rinaldi reduce dalla prima vittoria in carriera ad Aragon (3 podi con la Panigale del team Go Eleven) e Davies che deve ancora assicurarsi una sella per il 2021. I due potranno strappare punti importanti a Rea, sempre che non chiudano invece davanti a Redding qualora Scott non riesca a trovare il giusto feeling con le gomme (gia' successo in gara 2 ad Aragon e Teruel). Nella lotta per il podio e quindi potenzialmente in grado di rimescolare le carte della corsa al titolo, ci si attende anche la Yamaha. In particolare le R1 del team factory con Van der Mark, 1 podio ad Aragon ed in ripresa, e Razgatlioglu che nella back to back spagnola ha raccolto pochissimo dopo l'ottimo inizio di stagione (2 podi a Portimao, dopo di che miglior risultato un quinto posto ad Aragon e un sesto a Teruel).

Ducati vs Kawasaki anche tra i costruttori

L'ultima volta che la Ducati ha vinto il titolo costruttori correva l'anno 2011, poi 3 mondiali per Aprilia e il disarmante dominio Kawasaki. Alla vigilia di Barcellona le rosse di Borgo Panigale inseguono le "verdone" di Akashi con un gap di 24 lunghezze da colmare. Se l'attacco a tre punte Redding, Rinaldi, Davies dovesse funzionare come in Race 1 a Teruel anche Rea, senza il supporto di Lowes, potrebbe fare fatica. In caso contrario saranno sei Mondiali costruttori consecutivi per Kawasaki (solo Ducati tra il 1998 e il 2004 avrebbe fatto meglio a quel punto)

Da Melandri a Folger, ecco cosa cambia in griglia a Barcellona

La prima novità di Barcellona è proprio... Barcellona, la pista debutta nel Mondiale Superbike 2020 dopo la doppietta di Aragon e ancor prima quella di Jerez. È la terza tappa spagnola di questo Mondiale nato tra mille difficoltà. In terra catalana altra novità importante sarà il debutto di Jonas Folger con la Yamaha M1 portata in pista dal team con il quale è al top nel campionato tedesco IDM Superbike. È chiaro che questa wildcard può essere il primo passo verso una pianta stabile nel mondiale 2021 e sarebbe un grande acquisto per il WSBK. In Catalunya è anche il momento di addii e di  arrivederci: Marco Melandri lascia la Ducati del team Barni e il Mondiale delle derivate di serie dove sarà sostituito da Samuele Cavalieri. Non troveremo più in pista anche l'Aprilia schierata dal team Nuova M2 racing per Ponsson.  La squadra italiana si concentrerà sul CIV sempre con le moto di Noale dove sta facendo benissimo con Salvadori. A Barcellona tornerà invece sulla Panigale dal team brianzolo Motocorsa, Tati Mercado, ko per infortunio ad Aragon 1.

Locatelli, primo match point per il mondiale 600

Nove su nove, solo vittorie e per gli avversari poche, pochissime speranze di ribaltare la stagione. Roberto Locatelli con la Yamaha del Team EvanBros ha polverizzato il mondiale Supersport e al Montmelò ha la prima chance di portare a casa il titolo. Cluzel è ko per infortunio serio ad Aragon 2 e i piloti Kawasaki Puccetti Mahias e Oettl sono distanti rispettivamente 106 e 125 lunghezze con 150 punti da assegnare... A breve, sistemata la pratica Ss600, per il bergamasco sarà veramente tempo di concretizzare il passaggio in Superbike.

Il week end su Sky Sport, tutto live su Sky Sport Collection, canale 205

Venerdi 18 settembre 2020
10:30 - 11:20 WorldSBK – FP1
15:00 - 15:45 WorldSBK – FP2

 

Sabato 19 settembre 2020
11:00 - 11:25 WorldSBK – Superpole
11:40 - 12:05 WorldSSP – Superpole
12:20 - 12:40 WorldSSP300 – Superpole
14:00 WorldSBK – Gara 1
15:15 WorldSSP – Gara 1
16:30 WorldSSP300 – Gara 2

 

Domenica 20 settembre 2020
11:00 WorldSBK – Gara Superpole
12:30 WorldSSP – Gara 2
13:40 WorldSSP300 – Gara 2
15:00 WorldSBK – Gara 2

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche