Morbidelli 2° nelle Libere del GP di Catalunya: "Il migliore venerdì della stagione"

MotoGp

Secondo nelle Libere 2 del GP di Catalunya alle spalle della Ducati Pramac di Zarco, Morbidelli è decisamente soddisfatto: "Siamo partiti forte, guidare su una pista che ti piace fa la differenza e dove c’è poco grip ci troviamo meno peggio. Moto competitiva sia con le dure che con le medie". Siparietto nel finale dell'intervista: "Mi sto divertendo. La moto vecchia di quest'anno? Difficile concentrarsi quando ne parlano". La gara domenica alle 13 live su Sky

MOTOGP, GARA LIVE - HIGHLIGHTS LIBERE - GUIDA TV

Il pilota del team Petronas protagonista delle prime due prove libere del GP di Catalunya, tanto per cominciare per l'aspetto puramente tecnico: a lungo in vetta, Morbido chiude la seconda sessione al 2° posto. "Mi trovo molto bene, siamo veloci, si è visto da subito, siamo partiti forte, mi sto divertendo", spiega soddisfatto Franco. Qualche dubbio sul fronte delle gomme: "Mi piacciono certe cose della media, altre della hard, è ancora presto per prendere delle decisioni, vedremo come si svilupperà il weekend". "La pista non ha molto grip, ma è divertente. Dobbiamo buttarci, anche alla cieca se necessario, un po' come facevamo l'anno scorso, è una delle nostre caratteristiche e in questa stagione dobbiamo farlo più che mai".

"Il Motorsport non è una scienza esatta, serve alchimia"

"Il miglior venerdì di questa stagione, guidare su una pista che ti piace fa la differenza e dove c’è poco grip ci troviamo meno peggio. Mugello e Barcellona sono simili, ma là perdevo molto sul dritto, qui no rispetto alle altre Yamaha, figurati rispetto alle altre Case...Qua pochissimo, in certi giri sono addirittura uguale", aggiunge Morbidelli. Le difficoltà del GP d'italia? "Certe cose fai fatica a spiegartele, il Motosport non è una scienza così esatta. Non so come mai al Mugello facessi così fatica. Non abbiamo cambiato niente sulla moto, c’è un'alchimia con la moto che va trovata ogni volta e non sempre si trova una spiegazione sul come e il perché", conclude Morbido.

"Tema moto vecchia? Difficile concentrarsi"

Ma Morbidelli è protagonista anche fuori dalla pista: le sue parole non sono mai banali, la conferma si ha nel finale dell'intervista realizzata da Antonio Boselli, quando si fa riferimento ai limiti della M1 che ha a disposizione quest'anno: "C'è sempre l'argomento della moto vecchia, è faticoso concentrarsi quando torna questo discorso", dice sorridendo Franco.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche