MotoGP, GP Germania. Morbidelli chiude la gara 18°: "Era impossibile arrivare più avanti"

petronas

A eccezione di Quartararo (3° al traguardo), tutte le altre Yamaha sono rimaste fuori dalla top ten: 14° Rossi, penultimo Morbidelli, ultimo Vinales. Morbidelli prova a spiegare così la sua domenica al Sachsenring: "Ho sbagliato la qualifica, sono caduto, purtroppo partendo così indietro era praticamente impossibile sperare di riuscire ad arrivare in posizioni interessanti. Bisogna essere sempre positivi, quindi andiamo ad Assen con ottimismo, è una pista con curve più fluide"

GP GERMANIA, GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

A eccezione di Quartararo, è stata una gara da dimenticare per la Yamaha al Sachsenring. Il francese ha chiuso in terza posizione, mentre tutti gli altri piloti della casa giapponese hanno chiuso fuori dalla top ten: 14° Valentino Rossi (a 22 secondi dal vincitore Marc Marquez), penultimo Franco Morbidelli e ultimo Maverick Vinales (entrambi con un ritardo di 24 secondi dal pilota Honda). Un GP da cancellare, per fortuna della Yamaha si torna subito in pista il prossimo weekend in Olanda, una buona occasione per cercare il riscatto: "Bisogna essere sempre positivi, quindi andiamo ad Assen con ottimismo, è una pista con curve più fluide, spero di poter fare meglio", spiega Morbidelli al microfono di Sandro Donato Grosso.

"Non riuscivo ad attaccare nessuno"

Ma cosa non ha funzionato in casa Yamaha al Sachsenring? Morbidelli risponde così, quando gli viene chiesto di fare un confronto con i risultati degli altri piloti Yamaha: "Io ho un’altra moto rispetto agli altri, non so quali siano i loro problemi, so quali sono i miei problemi. La mia ‘coperta’ è un po' corta, non trovo mai qualcosa di sostanziale che mi fa guadagnare due decimi. Ci abbiamo provato fino alla fine, abbiamo lavorato al massimo per provare a essere competitivi. Nelle Libere 4 ero abbastanza veloce, ma poi ho sbagliato la qualifica, sono caduto, purtroppo partendo così indietro era praticamente impossibile sperare di riuscire ad arrivare in posizioni interessanti. Abbiamo provato a fare un setting un po' più aggressivo per la gara, ma non riuscivo ad attaccare nessuno, quindi sono rimasto indietro nel gruppo per tutta la gara".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche