Superbike in Navarra (Los Arcos): prove libere a Rea

superbike
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

Sul tracciato spagnolo è il campione del mondo a partire più forte di tutti, precedendo Razgatglioglu e Redding. Italia competitiva con Locatelli, Rinaldi e Bassani

Altra novità nel calendario della Superbike 2021: dopo Most è il turno di Navarra, tracciato spagnolo caratterizzato da tante curve da prima marcia e diverse ripartenze da bassa velocità. Un mix che premia Yamaha nei punti più tortuosi e Ducati nelle accelerazioni, mentre Kawasaki si trova a metà strada e sfrutta il proprio equilibrio per prendersi la prima posizione con Jonathan Rea (1’37”629). A fare fede è il tempo della FP1, con il caldo del pomeriggio che ha consentito pochi miglioramenti.

 

A ridosso del leader chiudono Toprak Razgatlioglu (primo nel turno pomeridiano) e Scott Redding, con l’inglese a poco più di un decimo e mezzo dalla vetta e vittima di un problema tecnico a fine FP2. Sopra il muro del 37” troviamo poi Garrett Gerloff, buon quarto davanti ad Andrea Locatelli e alle Ducati di Chaz Davies e Michael Ruben Rinaldi (tra i pochi piloti ad abbassare il tempo in FP2). Le prime posizioni confermano l’ottima forma delle R1 e delle Panigale V4R, capaci di dominare anche la sessione pomeridiana spartendosi equamente le prime sei posizioni. 

 

Rientrano nella top-10 del combinato anche Alvaro Bautista, Tom Sykes e Alex Lowes. Axel Bassani è dodicesimo nel combinato, ma decimo in FP2 migliorando di tre decimi il crono del mattino: un potenziale buon viatico per la giornata di sabato. E' da segnalare la positività al Covid di Isaac Vinales, che dunque non prenderà parte al weekend di gara.   

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche