MotoGP, Bagnaia chiude 14° nel GP Silverstone: "Sono demoralizzato, è dura da accettare"

ducati

Bagnaia, dopo essere partito 2° in griglia, ha chiuso la gara di Silverstone al 14° posto: “Abbiamo visto sfumare tutto per la seconda volta in tre gare, non è facile da accettare, mi demoralizza. Fa davvero girare le palle, era già difficile prima pensare al titolo, adesso lo è ancora di più, anche se non si deve mollare mai"

GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

Domenica deludente per Bagnaia. Il pilota Ducati partiva in seconda posizione, proprio davanti a Quartararo, e sperava di non perdere terreno dal francese in testa al Mondiale. E invece la gara di Silverstone è stata molto complessa per Pecco: ha lentamente iniziato a perdere posizioni, chiudendo la gara britannica al 14° posto con un ritardo di quasi 21 secondi da Quartararo. Il pilota della Yamaha allunga così in testa al Mondiale con 206 punti (+65 su Mir, +69 su Zarco). Il vantaggio su Pecco, scivolato al 4° posto in classifica, ammonta a +70 punti: "Abbiamo fatto tutto un weekend davanti, è stato forse il weekend in cui abbiamo lavorato meglio dall'inizio dell'anno, e poi abbiamo visto sfumare tutto per la seconda volta in tre gare – spiega Bagnaia al termine della domenica –. Fa davvero girare la palle, era già difficile prima pensare al titolo, adesso lo è ancora di più, anche se non si deve mollare mai... Vedere sfumare tutto così in gara non è facile da accettare, mi demoralizza. È quasi inutile alla fine fare un gran weekend di lavoro… La scelta della gomma davanti è stata quella giusta, nelle Libere 3 andava benissimo, ho fatto il time attack con la soft, mi trovavo alla perfezione, in gara è stata l'unica cosa che ha funzionato. Ci ho provato, ma sentivo da subito che qualcosa non andava, è abbastanza chiaro che qualcosa non ha funzionato".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche