MotoGP Aragon, Bagnaia (Ducati): "Essere veloce è stata una liberazione"

DUCATI

Il pilota della Ducati ha ottenuto il sesto tempo nelle prove libere del GP di Aragon, è stato il migliore degli italiani: "Sono contento, è stata una liberazione - confessa Pecco a Sky -. L'anno scorso ero messo molto male su questa pista, era stato uno dei peggiori weekend della mia vita. Questa volta la moto è stata perfetta" 

GARA MOTOGP LIVE

 

Pecco Bagnaia è stato il primo degli italiani nelle libere di Aragon, dove ha ottenuto il sesto tempo (1:48.032). "Sono contento, è stata una bella giornata - spiega il pilota della Ducati a Sky, durante Paddock Live Show - direi una liberazione, perché l'anno scorso qui ero messo molto male, era stato uno dei peggiori weekend della mia vita. Essere stato subito così veloce, soprattutto di passo, è molto positivo. Abbiamo già fatto delle prove che potranno essere utili in ottica gara e ora possiamo concentrarci soltanto sui giri con gomme usate. È stato un bell'inizio". Ma cos'è cambiato rispetto al 2020? "Tutto il nostro percorso di maturazione - ammette - i tempi sono migliorati e come dicevo oggi al team, non voglio che mi si tocchi niente sulla moto... che è perfetta, mi piace moltissimo. Stiamo andando nella direzione giusta". 

 

"Meno veloci in gara? Speriamo non capiti più"

Non è successo di rado in questa stagione di vedere un Bagnaia molto veloce venerdì e sabato, con qualche affanno di troppo alla domenica. "È vero, ma continueremo a fare come sempre - aggiunge Pecco - perché ritengo che Ducati sia tra i team che curi maggiormente, tra le altre cose, il lavoro sulle gomme, come scaldarle. Un lavoro che dovrebbe avvantaggiarci, anche se quest'anno è capitato spesso di avere dei problemi in gara. Ma abbiamo fiducia in Michelin e speriamo che non capiti più". 

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche