MotoGP, GP San Marino. Bagnaia: "Vincere è bello, ma farlo a Misano è speciale"

ducati

Bagnaia vince il GP di San Marino dopo aver resistito all'assalto finale di Quartararo: "Quando Fabio alla fine ha recuperato è stata veramente dura, ho cercato di spingere più che potevo. Vincere due gare consecutive è bello, ma vincere in casa è veramente speciale, una grandissima emozione. Volevo questo successo, più che ad Aragon: ho guadagnato meno punti in classifica su Quartararo, ma a livello mentale questo risultato mi aiuta ad avere ancora più motivazioni in vista di Austin"

HIGHLIGHTS DELLA GARA

Due duelli, due vittorie. Dopo aver vinto la battaglia a stretto contatto con Marc Marquez ad Aragon, Bagnaia si ripete a Misano, anche se in modo diverso. Questa volta Pecco non subisce sorpassi da Quartararo, ma il francese arriva vicinissimo alla sua Ducati negli ultimi giri. Bagnaia spinge al massimo nel finale, nonostante la gomma ormai consumata, e riesce così a vincere anche il duello con il Diablo della Yamaha. Pecco resta secondo nel Mondiale, ma accorcia sul leader Quartararo, distante adesso 48 punti.

rosso d'amore

Bagnaia, coccole alla moto e abbraccio con Domizia

Come hai fatto a resistere all’arrivo di Quartararo?

"Ho provato a spingere da subito, sapevo che avrei dovuto fare la differenza nei primi giri con la gomma soft. Ho cercato di essere il più costante possibile per non lavorare troppo sulle gomme, ma Quartararo alla fine ha recuperato ed è stata veramente dura, soprattutto gli ultimi giri, sono stati veramente duri. Ho cercato di spingere più che potevo, infatti all’ultimo giro ho fatto il miglior T3 della mia gara: è stato bellissimo!".

 

È stata più dura combattere con Marquez ad Aragon o difenderti da Quartararo a Misano?

"Misano è una pista più corta, si fanno più giri, fisicamente è più dura, ma il calo della gomma è molto diverso: ad Aragon fai quasi tutta la gara in gestione, mentre qui devi spingere. Gli ultimi giri sono riuscito a capire come non usare troppo il posteriore. Staccavo veramente forte e la facevo scorrere tantissimo, senza andare troppo sul gas. In questo modo ho potuto tenere un gran ritmo negli ultimi due giri, quando ho dovuto spingere al massimo per non farmi superare da Quartararo. È stato bellissimo: vincere due gare consecutive è bello, ma vincere in casa è veramente speciale, è una grandissima emozione, non ho più voce".

Ad Aragon hai vinto con sorpassi e contro sorpassi, qui a Misano hai vinto evitando i sorpassi. Possiamo dire che sei un pilota completo?

"Lo spero, volevo questa vittoria a Misano, più che ad Aragon. Questa volta ho guadagnato meno punti in classifica rispetto ad Aragon, ma a livello mentale questo risultato mi aiuta ad avere ancora più motivazioni in vista di Austin. Stiamo lavorando da dio, siamo fortissimi, la moto fa paura, riusciamo a gestirla nel migliore dei modi, stiamo facendo un bel lavoro per il prossimo anno, ci aiuterà sicuramente nel 2022".

 

Quante volte rivedrai la gara prima di dormire?

"Stiamo siamo a cena con tutto il team, sono contento di condividere con loro questa vittoria".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche