Supersport a Most: Baldassarri e Garcia vincono in fuga, ko Aegerter

supersport
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

Aegerter cade senza colpe, Baldassarri vince su Manzi. Dominio di Garcia nella 300, giù Sabatucci: i risultati di gara-1 a Most di Supersport e Supersport 300

SUPERBIKE, GLI HIGHLIGHT DI GARA 1

Colpo di scena in Gara 1 di Supersport a Most, dove il dominatore del campionato Dominique Aegerter cade facendo saltare il banco. Un ingresso oltre il limite di Can Oncu alla prima curva causa una carambola che coinvolge lo svizzero e altri quattro piloti: Federico Caricasulo, Raffaele De Rosa, Yari Montella e Andy Verdoia. La gara resta quindi orfana di tanti protagonisti, ma non per questo lo spettacolo viene meno. Lorenzo Baldassarri ne approfitta per scappare in fuga e mostrare un passo consistente, cogliendo la seconda vittoria in stagione per il team Yamaha Evan Bros. Il suo distacco in classifica scende a trentanove punti. Primo podio per Stefano Manzi e la Triumph Street Triple RS, nonostante un problema in Superpole e la partenza in ventunesima posizione: una seconda piazza che conferma la buona crescita del pacchetto moto-pilota, a cui sono mancati più i risultati che la velocità. Terza posizione a sorpresa per il rientrante Steven Odendaal sulla Yamaha di Kallio Racing. Buon quarto posto di Valentin Debise davanti a Glenn Van Straalen e alle MV Agusta di Niki Tuuli e Bahattin Sofuoglu; Adrian Huertas chiude ottavo precedendo Nicolò Bulega, tradito da un lungo all’ultimo giro. Top-10 anche per Isaac Vinales, fuori dai punti Leonardo Taccini (16°) e Federico Fuligni (23°).   

Supersport 300: vince Garcia

vedi anche

SBK, Bautista vince gara 1 a Most: 2° Razgatlioglu

In Supersport 300 termina anzitempo la rincorsa alla vittoria di Kevin Sabatucci, imprendibile per tutti in Superpole, ma tirato giù da Petr Svoboda nelle prime fasi di Gara 1. Il successo va a Marc Garcia che scappa in fuga e riduce a undici punti il gap in classifica da Alvaro Diaz, terzo al traguardo dietro a Hugo De Cancellis. Quattordicesimo Mirko Gennai, tradito dalla scelta di montare gomme rain su una pista che è andata asciugandosi.