Caricamento in corso...
13 agosto 2017

Moto2, Austria: Bagnaia 4° in gara, 5° in campionato

print-icon
Francesco Bagnaia in azione a Spielberg

Francesco Bagnaia in azione a Spielberg

Ennesima top-5 per il pilota dello Sky Racing Team VR46 sempre più leader della speciale graduatoria Rookie of the Year. Gara sfortunata a Spielberg per Stefano Manzi, vince ancora Franco Morbidelli

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Lo Sky Racing Team VR46 con Francesco Bagnaia si conferma protagonista del Mondiale Moto2. Sui saliscendi di Spielberg 'Pecco' conquista un pregevole 4° posto preziosissimo ai fini-campionato, consolidando la 5° posizione nell'assoluta e la leadership nella speciale graduatoria "Rookie of the Year" riservata ai piloti alla loro stagione d'esordio nella classe Moto2. Niente da fare invece per Stefano Manzi, coinvolto nella carambola al via e successivamente finito a terra.

Nuova top-5 per Pecco Bagnaia

In una gara che ha proiettato nuovamente Franco Morbidelli sul gradino più alto del podio, Francesco Bagnaia è rimasto a contatto del trio in lizza per la vittoria. Perdendo terreno prezioso nel confronto con Miguel Oliveira (successivamente finito a terra) per un deciso attacco del pilota portoghese alla "Remus", negli ultimi giri il #42 dello Sky Racing Team VR46 è stato in grado di sopravanzare Mattia Pasini conquistando un 4° posto niente male, ennesima conferma del suo potenziale e del lavoro compiuto con la squadra per tutto l'arco del 2017. Aspettando Silverstone, circuito dove conquistò lo scorso anno la pole position in Moto3, 'Pecco' consolida il quinto posto nella classifica di campionato, un piazzamento di rilievo per una squadra ed un pilota alla loro stagione d'esordio nella "middle class".

Stefano Manzi fuori gioco

Gara completamente da dimenticare invece per Stefano Manzi, suo malgrado rimasto coinvolto nella maxi-carambola al via insieme ad altri 9 piloti. Successivamente risalito in sella alla propria KALEX ritrovandosi in 23esima posizione, a 12 giri dal termine è incappato in una scivolata all'altezza della curva Remus che ha concluso definitivamente la sua gara. Per il diciottenne pilota santarcangiolese possibilità di rifarsi tra due settimane a Silverstone, tracciato dove conquistò lo scorso anno il 4° posto in gara da wild card nella classe Moto3.