Mercedes Classe E Cabrio, a metà tra C e S

Motori
17C50_013

Un’ottima scusa per desiderare qualcosa in più della Classe C e al tempo stesso un buon motivo per accontentarsi di qualcosa in meno della S, la Classe E è arrivata anche nella variante cabrio

Mercedes non lascia mai niente a metà e la nuova Classe E Cabrio è la prova più lampante di questa filosofia vincente. Si tratta del modello che va a completare la gamma, una delle più complete sul mercato, che per questa generazione sfrutta una piattaforma direttamente derivata dalla E, guadagnando in dimensioni e spazio a bordo. 4,83 metri di lunghezza per 1,87 di larghezza e 1,43 di altezza. A bordo ci sono quasi 5 cm di spazio in più per le gambe dei passeggeri posteriori e vista la presenza di una sola portiera, inutile negare come questo agevoli anche l'ingresso a bordo.

Esteticamente si distingue per una linea all'insegna della sobrietà con un design improntato al dinamismo e alla pulizia. Spiccano all'anteriore la griglia matrix e i fari LED Multi Beam, che offrono una visione sempre ottima senza affaticare l'occhio nelle lunghe tratte. LED anche per i gruppi ottici posteriori, divisi dal portellone del bagagliaio, dove ci sono 385 L di spazio che diventano 310 con la capotte abbassata.
Sotto il cofano invece, a muovere le ruote da 20”, ci sono 3 motori: un diesel 2L da 196 CV, un 3L 6 cilindri sempre diesel da 260 e un benzina V6 da 333 CV. Cambio 9 rapporti G-tronic di serie per tutti gli allestimenti e possibilità di scegliere l'auto con la trazione integrale 4-Matic.

Gli interni sono un trionfo di lusso e materiali pregiati, come la pelle con colori a contrasto e il simil legno a pori aperti su cruscotto e consolle centrale. Il lavoro svolto dai designer è certosino, come sulle bocchette del clima che ricordano la forma delle turbine dei jet. Anche l'ergonomia è al top e la posizione di guida è comoda e il sedile è sia riscaldato che ventilato.

Servono circa 20” per ritrovarsi con il vento tra i capelli e gli accorgimenti aerodinamici, come l'Aircap, tengono l'abitacolo abbastanza pulito da fastidiosi vortici e turbolenze anche a velocità sostenute. Utile l'Airscarf che nelle giornate non prettamente estive, avvolge il collo con un soffio di aria calda, ma anche l'impianto dell'aria condizionata a bocchette funziona bene.
La guida è molto rilassata, ottima per godersi le gite fuori porta, con il diesel 2 L si riescono a raggiungere medie di quasi 5 litri per 10 Km, con tanta coppia ai bassi per una marcia scorrevole e piacevole. Anche sospensioni e sterzo mascherano bene il peso dell'auto, ma, anche nella mappatura sportiva, è assai controproducente andare a forzare il passo.
Prezzi che partono da 62.500 euro per la versione diesel 2L e che superano gli 80.000 per le 6 cilindri in versione premium.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche