Please select your default edition
Your default site has been set

NBA All-Star Game, la maledizione di Team LeBron: Cousins, Wall e Love k.o., George e Drummond al loro posto

NBA

Dopo l'annuncio delle squadre per l'All-Star Game di Los Angeles sono già tre le defezioni per la squadra di LeBron James. DeMarcus Cousins, John Wall e Kevin Love si sono tutti infortunati, e al loro posto sono stati chiamati Paul George e Andre Drummond. Chi sarà il terzo sostituto?

In questo periodo qualsiasi cosa tocca LeBron James sembra andare male. Non bastasse il periodo complicatissimo dei Cleveland Cavaliers – sconfitti nella notte a Detroit da una squadra falcidiata da infortuni e scambi –, anche tre membri della sua squadra per l’All-Star Game hanno subito gravi infortuni che li terranno fuori dalla partita delle stelle. Detto di DeMarcus Cousins, che tornerà in campo solamente nella prossima stagione dopo la rottura del tendine d’Achille, nelle ultime 24 ore anche John Wall e Kevin Love hanno dovuto alzare bandiera bianca, il primo per un’operazione al ginocchio e il secondo per una frattura alla mano. Al loro posto sono già stati convocati Paul George e Andre Drummond, scelti dal commissioner Adam Silver seguendo le votazioni degli allenatori per le riserve, ma ora bisognerà vedere chi prenderà il posto di Love – sempre che qualcun altro giocatore della squadra di “King James” non si infortuni da qui al 18 di febbraio, giorno della partita delle stelle di Los Angeles. Uno dopo l’altro infatti i principali “snobbati” dalle votazioni per l’All-Star Game stanno trovando il modo di rientrare, e ora si è aperto un ulteriore posto per i vari Ben Simmons, Jaylen Brown, Goran Dragic e Kemba Walker per prendere il posto di Love. I primi due, in particolare, avevano già affidato a Twitter il loro “disappunto” per la preferenza data a Drummond: Simmons aveva condiviso una emoji di una faccina che ride, Brown invece tre facce perplesse. Chissà che ora non possano rientrare nelle decisioni di Silver, che dovrebbero arrivare nel corso della giornata: GM LeBron perde i pezzi, ma con la quantità di talento in giro per la lega dovrebbe essere più che in grado di mettere su un bello spettacolo contro la squadra scelta da Steph Curry. Ci sono anche 100.000 dollari di premio per i membri della squadra vincente: una motivazione in più per fare ancora meglio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche