Please select your default edition
Your default site has been set

NBA Finals, Kevin Durant salta anche gara-2, Andre Iguodala recupera

NBA

L’MVP delle ultime due finali salterà anche la seconda partita della serie contro i Toronto Raptors, come confermato da coach Steve Kerr. Notizie positive invece per Andre Iguodala, la cui risonanza magnetica ha dato esiti confortanti e sarà regolarmente in campo

DENTRO IL JURASSIC PARK DI TORONTO

KERR, CURRY, GREEN: I PERCHE' DEL KO IN GARA-1

Il fatto che Kevin Durant abbia viaggiato fino a Toronto con i Golden State Warriors aveva acceso una flebile speranza di vederlo in campo in una delle prime due partite delle Finals, ma ora è ufficiale: KD salterà anche gara-2. Ad annunciarlo è stato lo stesso coach Steve Kerr nel giorno successivo alla sconfitta in gara-1, aggiungendo che “avevamo sperato che recuperasse, ma tanto vale dirlo subito” e concentrarsi sulla seconda partita della serie. Il recupero di Durant però non sembra lontano dall’essere completato: le notizie che circolano lo vedono rientrare in una delle due partite della Oracle Arena, anche perché dopo gara-2 ci saranno ulteriori tre giorni di riposo prima di rientrare in campo nella notte tra mercoledì 5 e giovedì 6 giugno. Sarà però importante valutare bene il rischio di ricadute per un infortunio molto delicato come quello al polpaccio, visto che gara-4 è prevista dopo un solo giorno di riposo, quindi nella notte tra venerdì 7 e sabato 8 giugno. Due partite nel giro di tre giorni possono essere molto pericolose per un giocatore reduce da un infortunio del genere, ma molto dipenderà anche dall’andamento della serie — perché se gli Warriors dovessero pareggiare i conti in gara-2, non è escluso che decidano di non correre rischi e rimandare il rientro di Durant direttamente a gara-4.

Nessuna rottura per Iguodala: ci sarà in gara-2

Ci sono invece notizie positive per quanto riguarda Andre Iguodala. La risonanza magnetica a cui si è sottoposto il tre volte campione NBA ha dato esito confortante, come confermato sia da coach Kerr (“Sembra che vada tutto bene”) che dal diretto interessato (“Mi sento a posto”). L’MVP delle Finals 2015 aveva sentito un riacutizzarsi del problema muscolare alla gamba sinistra che lo aveva tenuto fuori dall’ultima partita contro i Portland Trail Blazers, ma la sua presenza — fondamentale per gli equilibri difensivi e offensivi dei campioni in carica — non dovrebbe essere in dubbio per gara-2. Una partita che Golden State vuole assolutamente vincere per presentarsi alla Oracle Arena con il fattore campo a proprio favore, da difendere per procurarsi poi tre match point nella seconda parte della serie — quella in cui dovrebbero poter contare anche su Kevin Durant.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.