Please select your default edition
Your default site has been set

Playoff NBA, Lakers, la penitenza dopo gli errori in gara-3: 100 tiri liberi a testa

verso gara-4
©Getty

I 15 punti persi a cronometro fermo nell’ultima sfida contro i Blazers sono passati soltanto parzialmente in secondo piano grazie al successo conquistato: lo staff tecnico dei gialloviola infatti ha scelto di ritornare sull’argomento in allenamento, costringendo tutti i giocatori a segnare 100 tiri liberi prima di lasciare la palestra

Non sempre in una vittoria ci sono da sottolineare soltanto aspetti positivi, anzi. Nonostante i Lakers siano riusciti in gara-3 a portarsi in vantaggio sul 2-1 nella serie contro i Blazers, nella mente di Frank Vogel e di tutto il suo staff sono rimasti i 15 liberi sbagliati (su 42 tentativi, un’enormità che ha fatto storcere il naso anche a Portland nel post-partita). Errori che potevano facilmente diventare un grande rammarico, se LeBron James e Anthony Davis non avessero poi provveduto con due super prestazioni a togliere lo stesso le castagne dal fuoco e a regalare alla squadra di Los Angeles il successo. I due All-Star dei Lakers però sono anche i principali imputati degli errori a cronometro fermo: 12/17 per il n°23, addirittura 7/14 per l’ex Pelicans. Totale di squadra: 65% ai liberi, una percentuale che ha portato lo staff gialloviola a trattenere il gruppo in palestra a fine allenamento. “Nessuno torna in camera prima di aver segnato 100 tiri liberi”: una consuetudine per molti, che restano a tirare anche dopo che la sessione di preparazione alla partita è terminata, ma mai con un target prefissato così specifico. Un modo per mettere le cose in chiaro e non far passare inosservato un dettaglio non da poco: quei tiri liberi potranno tornare utili in futuro e bisognerà non farsi trovare impreparati.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche