Miami Open 2019, il set folle di Kyrgios tra tweener, ace dal basso e una lite. VIDEO

Tennis

L'australiano resta fedele alla sua filosofia di tennis e regala trenta minuti da sballo contro Lajovic. Nel suo show colpi di classe e una lite con lo spettatore. Poco prima la risposta a Nadal: "Mancanza di rispetto? Lanciare la pallina sopra le rete non è abbastanza". Miami Open in diretta esclusiva su Sky Sport

MIAMI OPEN, I RISULTATI DEL TERZO TURNO

GUIDA TV: MIAMI OPEN SU SKY

Appena un'ora di match: un netto 6-3, 6-1 con cui Kyrgios ha facilmente superato il serbo Dusan Lajovic nei sedicesimi del Masters 1000 di Miami, ma soprattutto uno show continuo in un primo set da sballo. Lo spettacolo offerto dall'australiano, questa volta, ha messo in mostra un tweener, un no look, ben due servizi da sotto (uno con ace!) e anche una lite col "tifoso" sugli spalti, salutato con la mano dopo essere stato allontanato dallo stadio. Come sempre Kyrgios ha regalato magie, nella sua concezione del tennis non solo finalizzata ai punti e alle vittorie, ma anche (e soprattutto) all'offrire qualcosa allo spettatore. E così è stato.

Un set da sballo

Lo show di Kyrgios è durato mezzora, durante la quale i paganti di Miami non si saranno certo annoiati. Piatto forte i numeri dell'australiano che, prima, ha deliziato la platea con un tweener frontale: punto e secondo game in tasca dopo nemmeno dieci minuti di match. Poi, sul 3-1, ha lasciato a zero Lajovic con uno dei suoi marchi di fabbrica: il servizio (con ace!) dal basso. Un colpo che ha portato al quarto game e all'ovazione (non unanime) di Miami, dove un tifoso si è scagliato verbalmente contro l'australiano per le sue giocate, a suo dire, "poco rispettose" verso l'avversario. La risposta di Kyrgios? Prima a parole: "Hai speso soldi per venire a vedermi giocare? - ha chiesto guardando verso gli spalti -. Perché sei qui stasera? Non hai niente di meglio da fare? È domenica sera e tu hai pagato per vedermi". Dunque sul campo, con una volée no look da sballo che gli è valso il break del 5-1.

Ma lo show non è finito certo in quel momento, perché - prima di conquistare definitivamente il set - Kyrgios ha lanciato la pallina al tifoso inviperito (poi allontanato mentre il tennista australiano lo salutava con la mano); dunque ha servito un altro servizio dal basso per il 6-3 conclusivo. In una parola: intrattenimento. Dopodiché il secondo set è stato ancora più breve, e in appena venticinque minuti Nick ha chiuso la partita. 

Quella volta con Nadal…

Lo stile di gioco di Kyrgios - ieri come oggi - è spesso stato al centro della polemica: show per il bene del tennis o mancanza di rispetto verso gli avversari? Dopo una battaglia di tre ore ad Acapulco (vinta dall'australiano) contro Nadal, fu lo stesso spagnolo ad attaccare: "Kyrgios non è cattivo, ma (con queste giocate, ndr) non rispetta il pubblico, l’avversario e se stesso". Un affronto in piena regola, a cui ha risposto Kyrgios proprio qualche ora prima del match vinto contro Lajovic a Miami: "Dovrei portare rispetto solo perché gli altri tennisti fanno passare una pallina sopra le rete? Non è abbastanza per me, non fanno nulla di spettacolare". Lui invece sì. E i tweener, i no look, gli ace dal basso e lo show col pubblico di Miami sono lì a dimostrarlo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche