Sfogo Fognini, il circolo di Wimbledon: "Accettiamo le scuse". Per Fabio solo una multa

Tennis

La sfuriata di Fognini nel match contro Sandgren non è stata considerata "major offense". Il tennista italiano riceverà quindi solo una multa, come confermato da Richard Lewis, amministratore delegato dell’All England Club: "È stata una frase molto sfortunata, teniamo in considerazione l'ipotesi di una piccola multa, ma accettiamo le scuse di Fabio"

BERRETTINI-FEDERER, LA CRONACA LIVE

FOGNINI PERDE LA TESTA: AUDIO CHOC

LE SCUSE DI FABIO

WIMBLEDON LIVE CHANNEL

Fognini se la caverà con una multa. È andata bene al tennista italiano, dopo la sfuriata nel corso del match perso a Wimbledon contro Tennys Sandgren. Uno sfogo condito da frasi molto pesanti: "Maledetti inglesi, dovrebbe scoppiare una bomba su questo circolo". Fabio si è subito scusato del brutto gesto: "C’era molta frustrazione in quel momento: se è successo qualcosa, chiedo scusa”. Adesso arrivano le parole di Richard Lewis, amministratore delegato dell’All England Club, che chiudono il caso. Lewis, infatti, ha accettato ufficialmente le scuse di Fabio: "Ho apprezzato le scuse di Fognini, sono cose che possono succedere nei momenti più concitati delle partite, soprattutto quando sei in svantaggio. È stata una frase molto sfortunata, ma Fabio è stato bravo a scusarsi subito. Non sarei sorpreso se alla fine ricevesse una piccola multa, la terremo sicuramente in considerazione, ma intanto accettiamo le sue scuse". Lo sfogo di Fognini non è stato considerato "major offense" e quindi non sarà presa in considerazione la condizionale del tennista italiano, che sarebbe costata l’esclusione da due Slam consecutivi. La commissione degli altri Slam non si riunirà e quindi Fabio se la caverà "soltanto" con una multa da parte del circolo di Wimbledon, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 3mila dollari.

I più letti