Atp Cincinnati: Kyrgios sputa, insulta il giudice di sedia e rompe 2 racchette

Tennis

Ennesimo show del tennista di Canberra nella sconfitta al 2° turno di Cincinnati con Khachanov: dà della marionetta all'arbitro sputando nella sua direzione, polemizza con Nadal e infine va appositamente negli spogliatoi per devastare due racchette. Multa complessiva dell'Atp di 113 mila dollari, ma Kyrgios rischia anche la sospensione

Il Masters di Cincinnati in diretta esclusiva su Sky Sport

L'ASCIUGAMANO NON E' BIANCO: CHE POLEMICA KYRGIOS!    

CINCINNATI, TUTTI I RISULTATI

GUIDA TV: CINCINNATI SU SKY

L'ennesimo capitolo della saga di Nick Kyrgios si è consumato nella notte, con l'australiano sconfitto dal russo Karen Khachanov nel 2° turno del Masters di Cincinnati. In un match che sembrava alla sua portata, in cui aveva vinto il 1° set 7-6, l'australiano è letteralmente uscito di partita e di testa nel secondo parziale, dando il via al campionario delle sue sceneggiate. Come prima cosa se la prende con il giudice di sedia Fergus Murphy, reo a suo dire di far partire troppo presto il cronometro dei 25 secondi, e indirettamente con il 'nemico' Rafa Nadal: "Trovami un video in cui Rafa gioca così velocemente e chiudo la bocca per sempre", le sue parole prima di servire. Perso il tie-break del 2° set, Kyrgios chiede un toilet break, che in realtà usa solamente per andare negli spogliatoi e devastare due racchette. Tornato in campo e dopo un 'time violation', l'australiano urla 'E' una barzelletta', scaraventa una bottiglietta d'acqua per terra e infine si rivolge all'arbitro gridandogli 'Sei una fo***ta marionetta' e sputando nella sua direzione. Il tutto dopo essersi costantemente scontrato verbalmente con lui per tutto il terzo set. L'Atp ha deciso di sanzionare subito Kyrgios con una multa complessiva di 113 mila dollari per quanto successo durante il match, mentre per quanto accaduto dopo sta valutando l'ipotesi di una sospensione.

I più letti