Caricamento in corso...
17 marzo 2017

Rally: Kalle Rovanpera, baby fenomeno da corsa

print-icon
Kal

Foto: official Facebook Kalle Ravanpera

Baby prodigio in pista dall’età di otto anni, ha stregato tutti per talento e precocità al volante. A sedici anni vincitore del campionato nazionale di Lettonia ed ora impegnato al rally del Ciocco che apre il CIR Campionato Italiano Rally, affiancando Paolo Andreucci nel team Peugeot

A pestar giù il pedale si fa presto, ma farlo in pista con cognizione di causa dall’età di otto anni ti fa capire che siamo di fronte ad un personaggio che di ordinario ha poco o nulla. Immaginate un bambino che, anziché montar su una comune bicicletta, scelga la strada meno "easy" possibile impugnando un volante rally con la disinvoltura di un veterano. Si scrive Kalle Rovanpera, si legge feeling innato con i cavalli (quelli che stanno sotto il cofano), nonostante una patente di guida tutta da conseguire, perché, per ora, non ci sono i requisiti anagrafici.

Finlandese, figlio d’arte, e forse, non potrebbe essere altrimenti vista la precocità con la quale è arrivato dietro un volante. A otto anni in pista, a disegnare una traiettoria dopo l’altra mettendo in fila acrobazie da pilota consumato. Il futuro si chiama Rovanpera ed in Pirelli l’hanno capito all’alba del suo exploit, puntando forte per il rally del Ciocco e di Sanremo, affidandogli la Peugeot e come compagno di team l’italiano Paolo Andreucci.

A sedici anni, al secondo tentativo, ha vinto il campionato nazionale della Lettonia, al volante di una Skoda Fabia R5. Paese nel quale, non è necessaria la licenza di guida per le competizioni rallistiche. Eccezione europea, che ha spinto il giovane pilota a gareggiare lì. Vero, papà Harri scarso non era (dal 1993 al 2006 nel mondiale), ma il figlio pare proprio voler fare le cose in fretta, talmente in fretta da correre più veloce dei regolamenti. La trait union tra i due si chiama Risto Pietilainen, esperto navigatore del padre ed ora del figlio.

Già, se non è un predestinato lui poco ci manca. Disputare il mondiale rally è il suo sogno dichiarato. Ci vorrà ancora un po' di tempo. Ovviamente da passare di corsa, alle Kalle Rovanpera.

Tutti i siti Sky