Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
24 novembre 2018

Pogba pazzo di Ibra, sul cellulare ha ancora il video del suo golasso in Ajax-Breda del 2004

print-icon

Il francese e gli aneddoti sulla sua amicizia con lo svedese: “È diverso da come lo vedete in campo, per me è un vero amico, un fratello maggiore”. Il primo incontro? A distanza: “Quando saltò tutti contro il Breda quattordici anni fa, ho ancora il video salvato sul mio cellulare!”

PREMIER LEAGUE, LA DIRETTA GOL

POGBA E LA SUA PAURA PER L’ACQUA

IBRA: “IL MILAN MI PIACE, NON È UN SEGRETO”

Finte e contro finte. Destro e sinistro. Otto giocatori saltati contando anche il portiere, alcuni più di una volta. Una magia firmata Zlatan Ibrahimovic nel lontano 2004: non la prima, ma tra le prime di tantissime, in una carriera da autentico mago del pallone. Quel gol segnato contro il Breda con la maglia dell’Ajax il 22 agosto 2004 è finito praticamente ovunque: nella storia del calcio ma anche nelle playlist su YouTube e nei video sui cellulari dei ragazzini che poi avrebbero provato a imitarlo con gli amici. Tra questi? Probabilmente c’è anche Paul Pogba, ex compagno di Ibra nello United ed entrambi sotto la procura di Mino Raiola: “La prima volta che ho incontrato Zlatan era a Los Angeles in vacanza, siamo usciti insieme e ho conosciuto la sua famiglia - ha detto lo stesso Pogba, come riporta il Sun -, lui è completamente diverso da come lo vedete in campo, mi ha sempre dato buoni consigli sul calcio, sugli affari e anche sulla mia vita privata. Lo considero un vero amico, un fratello maggiore”. Già, ma il primo vero incontro (a distanza) - racconta Paul - risale a ben quattordici anni fa.

Amarcord

“La prima volta che ho sentito parlare di Ibra? Nel 2004, quando ha superato tutti quei giocatori e poi fatto gol nella partita tra Ajax e Breda - continua il francese -, il video l’ho persino salvato sul mio telefono!”. Oggi come sicuramente anche allora, quando Pogba di anni ne aveva compiuti da poco 11 ed era solo un bambino con tante grandi aspettative, poi decisamente ripagate. “Ricordo anche di aver preso in giro Mino (Raiola, ndr) a riguardo. Gli dissi: ‘Dovrai fare in modo di farmi giocare in squadra insieme a Zlatan’. E poi è successo, nel Manchester United”.

Su Zlatan

Grande affetto e grande rapporto quello tra i due, come quando la scorsa estate Ibra disse: “Pogba presto sarà al di sopra anche delle stelle”. Un attestato di stima ricambiato anche dal francese, che continua: “Vedere i grandi giocatori in televisione è una cosa, ma è solo quando ci giochi insieme che capisci quanto sono bravi. Zlatan è grande, forte, agile, tecnicamente bravo: è il calciatore completo. Messi, ad esempio, è eccezionale nel suo genere, ma Zlatan ha qualcosa che nessun altro ha: ha tutto. È come una bestia, non si stanca mai. Vuole vincere e odia perdere. Penso che sarebbe dovuto restare allo United, soprattutto perché ora non so chi mi farà ridere, ma Los Angeles gli farà bene”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi