PSG-Barcellona, Koeman: "La rimonta non è impossibile. Messi? Vogliamo che rimanga"

PSG-BARCELLONA

L'allenatore blaugrana crede nella rimonta con il PSG dopo il pesantissimo ko 4-1 dell'andata: "Non siamo già battuti. Dipenderà molto da come entreremo in campo, noi giochiamo sempre per vincere e lo faremo anche stavolta". E sul ritorno di Laporta: "È importante che sia presidente, ti permette di lavorare bene. Ma non so se Messi rimarrà"

PSG-BARCELLONA LIVE

"Nulla è impossibile". Ronald Koeman ha le idee chiare e spinge il Barcellona verso una rimonta da molti ritenuti impensabile contro il Paris Saint-Germain nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Dopo il pesantissimo 4-1 dell'andata al Camp Nou, l'allenatore blaugrana ha presentato in conferenza stampa la sfida di ritorno in programma al Parco dei Principi mercoledì 10 marzo (ore 21, diretta su Sky Sport Uno): "Sappiamo che il risultato dell'andata è brutto e rende tutto più difficile - ha detto Koeman -, ma non partiamo battuti. Noi giochiamo sempre per vincere e lo stesso faremo domani. Proveremo a complicare la vita al PSG: dipenderà molto da come inizieremo la partita, ma niente è impossibile". Il compito, in ogni caso, sarà reso ancora più arduo dalle assenze di Piqué e Araujo in difesa: "In questa stagione non abbiamo mai avuto tutti i giocatori a disposizione. Abbiamo avuto problemi soprattutto con i centrali - ha spiegato l'allenatore del Barça -, ma siamo comunque forti e vogliamo dimostrarlo. Ho già in mente chi andrà in campo e non ho problemi di modulo, con questa rosa possiamo giocare con qualunque sistema". Molto dipenderà dalla prova di Messi: "Se Leo sarà in grado di fare una delle sue migliori partite, allora tutto è possibile. Sicuramente servirà che faccia una grande gara, ma non soltanto lui. Tutta la squadra dovrà rendere al massimo. Non mettiamo troppa pressione a Messi. E poi servirà anche un po' di fortuna".

"Importante l'arrivo di Laporta, vogliamo che Messi rimanga"

BARCELLONA

Laporta: "Messi vuole il Barça, speriamo resti"

E, a proposito di Messi, Koeman ha parlato inevitabilmente del futuro del campione argentino dopo che in settimana Joan Laporta è diventato nuovamente presidente del Barcellona: "Conosco bene il presidente, dà molta fiducia ai suoi giocatori e agli allenatori, anche se tutto ovviamente dipende dai risultati. Ha avuto un buon impatto con tutti, è entrato nello spogliatoio e ha usato delle belle parole con i giocatori e con i componenti dello staff. Laporta ha vinto le elezioni con parecchio distacco ed è positivo avere un presidente come lui, permette di lavorare bene. Cosa farà Messi dopo il ritorno di Laporta? Questo lo sa solo lui. La cosa certa è che loro hanno un passato in comune: è una cosa positiva, ma non so se con Leo hanno parlato di ciò che deciderà. Noi vogliamo che rimanga al Barcellona".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche