Fernando Santos: "Cristiano Ronaldo sta bene e giocherà contro la Lituania"

Europei

Il Ct del Portogallo ha confermato che il fuoriclasse della Juventus non ha alcun problema fisico, è motivato e dunque scenderà regolarmente in campo contro la Lituania giovedì 14 novembre. Nei primi giorni della prossima settimana poi tornerà a Torino dove è atteso da un confronto con lo spogliatoio per quanto successo contro il Milan, quando ha lasciato lo stadio dopo essere stato sostituito prima del termine della partita

EUROQUALI 2020 LIVE

La Juve da una parte, il Portogallo dall'altra. Non una dicotomia, ma di certo, almeno in questo periodo, due universi decisamente lontani tra loro per Ronaldo. Che, grazie a una sosta arrivata come manna divina, proprio nel caldo abbraccio della sua Nazionale sta cercando di ricaricarsi e trovare conforto dopo le turbolente ore trascorse nell'immediato post partita della gara contro il Milan. La sostituzione di Sarri, quelle espressioni in portoghese che tutto il mondo pallonaro ha provato a decifrare e poi quella semi fuga dallo Stadium prima del termine della partita che più di tutto il resto ha fatto discutere tifosi e dirigenti bianconeri. Insomma, non proprio il momento migliore della sua avventura torinese, considerati anche i numeri che condannano CR7 alla peggior partenza stagionale dei suoi ultimi dieci anni. Colpa anche di un problema fisico raccontato proprio dall'allenatore della Juventus nella conferenza stampa di domenica sera, un fastidio al ginocchio che già da almeno un paio di settimane sta dando noia al portoghese. Ma che ora, forse anche grazie all'aria di casa, sembra essere scomparso. Come conferma il Ct del Portogallo Fernando Santos, quasi sbottando durante la conferenza stampa prima della sfida alla Lituania: “Tutti vogliono parlare di lui perché è il miglior giocatore del mondo. Cristiano è qui, è convocato, sta bene e giocherà. Non so ciò che si dice in Italia, le indiscrezioni qui non arrivano in maniera forte né per me, né per la squadra, né per Ronaldo. E' motivato come sempre, è un professionista fantastico: non so come si possa mettere ancora in discussione Ronaldo". 

Ronaldo e il confronto con lo spogliatoio bianconero

Insomma capitolo chiuso, almeno per quanto riguarda l’universo Portogallo. In quello bianconero, infatti, Ronaldo tornerà a immergersi tra qualche giorno, a inizio della prossima settimana (solitamente il rientro è fissato due giorni dopo l’ultimo impegno e il Portogallo giocherà contro il Lussemburgo domenica 17) e dovrà affrontare il confronto con i compagni per quanto successo contro il Milan, quando, dopo essere stato sostituito al 55’ da Sarri, si è diretto subito nello spogliatoio ed ha lasciato lo stadio prima della fine della partita, senza sapere dunque il risultato finale e senza festeggiare insieme agli altri bianconeri, anteponendo dunque la sua rabbia all’interesse per il gruppo. Dalla società, in ogni caso, non arriverà alcuna multa.

I più letti