Euro 2020, Uefa verso il rinvio per il coronavirus

Europei

Quasi scontato ormai il rinvio dell'Europeo in programma dal 12 giugno: fissata per martedì mattina la riunione tra Uefa, Eca e leghe, in cui prenderà la decisione ufficialmente. Diverse ipotesi, invece, per cercare di portare a termine il campionato: la più ottimistica vedrebbe il ritorno in campo a fine aprile

L'EUROPEO SLITTA AL 2021: È UFFICIALE

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Ormai pare quasi scontato, e sarebbe veramente una sorpresa se domani, nella riunione fissata dalla Uefa in videoconferenza, non si decidesse di rinviare l’Europeo. Si va sempre di più e quasi totalmente in quella direzione, quella dello slittamento del torneo continentale in programma dal 12 giugno al 12 luglio, con le leghe dei vari Paesi che, al momento, premono più per portare a termine i vari campionati nazionali.

 

Martedì, dunque, giornata decisiva, con una prima riunione fissata alle 10 del mattino a cui prenderanno parte la Uefa, l’Eca (l’associazione dei club presieduta da Andrea Agnelli), le leghe (per l’Italia ci sarà De Siervo, a rappresentare la Lega Serie A) e il sindacato dei giocatori; a seguire, in una seconda riunione, entreranno in campo anche le federazioni, tra cui anche quella italiana con il presidente Gravina e il direttore generale Brunelli. Meeting in cui, come detto, si delineerà la situazione definitiva, cioè il rinvio dell’Europeo, mentre molto probabilmente non verranno prese decisioni sui calendari di Champions ed Europa League.
 

Giornata di decisioni, intanto, anche quella di lunedì, con una veloce assemblea, durata circa un’ora, in Lega: è stato varato un tavolo molto importante per i rapporti con il Governo (a presiderlo sarà Paolo Dal Pino), in un momento in cui è fondamentale mantenere un contatto diretto con chi governa il Paese. Ribadita anche la volontà della Lega di portare a termine il campionato (idea condivisa anche negli altri Pesi europei in cui il calcio si è fermato), con diverse ipotesi già abbozzate. Lo scenario più ottimistico è quello di un ritorno in campo a fine aprile: in quel caso, il campionato terminerebbe il 30 giugno.

CALCIO: SCELTI PER TE