Italia, Castrovilli in Nazionale al posto dell'infortunato Pellegrini

Europei

Niente Euro 2020 per Lorenzo Pellegrini, frenato da una ricaduta al flessore dopo l'allenamento di mercoledì. Al suo posto è arrivato in ritiro il centrocampista classe 1997 della Fiorentina: due presenze con la Nazionale maggiore, era inserito tra i pre-convocati di Mancini a maggio. Erede di Antognoni in viola col ballo nel sangue, se l'Uefa da l'ok alla sostituzione Castrovilli diventerà il 28° italiano della Fiorentina convocato nelle fasi finali di Europei e Mondiali

ITALIA-TURCHIA: LE NEWS LIVE

Abituato a ballare, chissà, forse anche agli Europei. Inizialmente inserito tra i 33 pre-convocati di Roberto Mancini a maggio, tagliato al giro seguente ma improvvisamente tornato d’attualità. Il nome è quello di Gaetano Castrovilli, 24enne centrocampista della Fiorentina, aggregato dopo l’infortunio di Lorenzo Pellegrini. Problemi muscolari per il centrocampista della Roma, ricaduta al flessore della coscia sinistra nel finale dell’allenamento di mercoledì. Niente Euro 2020 per lui dopo gli esami strumentali: manca solo l'ok della Uefa al cambio in extremis (possibile entro la mezzanotte di oggi).

Dagli inizi con la danza alla '10' di Antognoni

approfondimento

Pellegrini ko, addio Europei: c'è Castrovilli

Classe 1997 nato a Canosa di Puglia (fino al 2004 in provincia di Bari), Castrovilli nasce col pallone (simpatizzava il Milan per via di Kaká) ma non solo: "Quando ero piccolo mi ero iscritto anche ad una scuola di danza classica, ma è durata meno di un anno", raccontava a Sky Sport. E dopo la scomparsa del nonno, grande tifoso del Bari, si iscrive alla scuola calcio del paese (Minervino) entrando rapidamente nell’orbita della società biancorossa. Come ammesso da Gaetano, "la danza mi aiuta, nei movimenti e nei gesti in campo". Se ne accorge proprio il Bari, dove sfonda nel settore giovanile e debutta 18enne in Serie B, ma anche la Fiorentina dove viene prestato per il Torneo di Viareggio del 2016 e che lo acquista nell’estate 2017 (1,9 milioni di euro). Esaltante in Primavera arrivando a sfiorare lo scudetto di categoria perso in finale con l’Inter, promosso anche nel prestito biennale alla Cremonese in Serie B. Ormai pronto per la prima squadra, Castrovilli la conquista negli ultimi due anni: 72 presenze (con 8 gol e 5 assist), ma non è tutto. Nell’ultima stagione indossa la '10' viola, appartenuta in passato a Giancarlo Antognoni. Proprio la bandiera della Fiorentina ci aveva visto lungo pochi mesi prima: "Ti ho visto crescere, io ho passato tutta la mia carriera in viola e in azzurro e ti auguro di poter ripercorrere quello che ho fatto io con il numero 10 sulle spalle". La maglia è la stessa, il futuro dirà il resto.

Il bilancio di Castrovilli in Nazionale

approfondimento

"Onoreremo ogni minuto", la lettera del CT Mancini

Già in orbita azzurra con l’U-20 (6 presenze e 2 gol), Gaetano ha giocato due volte con l’U-21 di Luigi Di Biagio nel novembre 2018 prima di entrare nel giro della Nazionale maggiore. L’esordio ufficiale arriva il 15 novembre 2019, a 22 anni, entrando al minuto 86 al posto di Lorenzo Insigne in Bosnia-Italia 0-3 (qualificazioni a Euro 2020). La seconda presenza si registra un anno e mezzo più tardi quando, da titolare, gioca tutta l’amichevole vinta 7-0 contro San Marino e regala due assist a Bernardeschi e Pessina. Come detto era stato tagliato dai 26 convocati di Mancini, il Ct che l’aveva lanciato prima di adottare altre gerarchie verso la fase finale degli Europei. Ora Castrovilli vede una nuova chance.

Il debutto di Castrovilli a Zenica contro la Bosnia il 15 novembre 2019
Il debutto di Castrovilli a Zenica contro la Bosnia il 15 novembre 2019 - ©Getty

I precedenti viola tra Europei e Mondiali

Qualora venisse aggregato alla rosa definitiva della Nazionale per Euro 2020, Gaetano Castrovilli diventerebbe il 28° italiano della Fiorentina convocato nelle fasi finali di Europei e Mondiali. Ecco l’elenco storico:

  • Mario Pizziolo (Mondiali 1934)
  • Augusto Magli (Mondiali 1950)
  • Egisto Pandolfini (Mondiali 1950)
  • Ardico Magnini (Mondiali 1954)
  • Sergio Cervato (Mondiali 1954)
  • Armando Segato (Mondiali 1954)
  • Guido Gratton (Mondiali 1954)
  • Leonardo Costagliola (Mondiali 1954)
  • Enrico Albertosi (Mondiali 1962 e 1966, Europei 1968)
  • Enzo Robotti (Mondiali 1962)
  • Ugo Ferrante (Mondiali 1970)
  • Giancarlo De Sisti (Europei 1968, Mondiali 1970)
  • Giancarlo Antognoni (Mondiali 1978 e 1982, Europei 1980)
  • Pietro Vierchowod (Mondiali 1982)
  • Daniele Massaro (Mondiali 1982)
  • Franceso Graziani (Mondiali 1982)
  • Giovanni Galli (Europei, 1980, Mondiali 1982 e 1986)
  • Roberto Baggio (Mondiali 1990)
  • Francesco Toldo (Europei 1996 e 2000, Mondiali 1998)
  • Sandro Cois (Mondiali 1998)
  • Angelo Di Livio (Europei 2000, Mondiali 2002)
  • Luca Toni (Mondiali 2006)
  • Alessandro Gamberini (Europei 2008)
  • Alberto Gilardino (Mondiali 2010)
  • Riccardo Montolivo (Mondiali 2010, Europei 2012)
  • Alberto Aquilani (Mondiali 2014)
  • Federico Bernardeschi (Europei 2016)

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche