Probabili formazioni Serie A della 11^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le news e le ultime sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Pioli perde Musacchio e Suso per la sfida con la Lazio: gli acquisti estivi Duarte, Bennacer e Krunic dovrebbero partire dal 1'

SERIE A, 11^ GIORNATA LIVE

La super settimana di calcio continua. In questo spazio le notizie sono in costante aggiornamento. Vi consigliamo di consultare anche la pagina dei 'campetti'.

 

ROMA-NAPOLI, sabato ore 15

Roma, Fazio squalificato. Pronto Cetin

Il problema alla coscia sinistra accusato da Juan Jesus dovrebbe essere definitivamente rientrato con il brasiliano che sarà a disposizione. Ma dalla panchina: perché per sostituire lo squalificato Fazio, Fonseca sta seriamente pensando al turco Cetin, pronto all'esordio dal 1' dopo gli ottimi spezzoni di gara con Milan e Udinese. Al suo fianco Smalling.  Spinge Perotti per un posto dall’inizio, Under può ritagliarsi uno scampolo di gara. In attesa di rientro Mkhitaryan.

 

ROMA (4-2-3-1) Probabile formazione: Pau Lopez; Spinazzola, Cetin, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko.

 

Napoli, trauma distorsivo per Allan

La sua gara contro l’Atalanta è durata davvero poco. Si temeva un brutto infortunio ma gli esami hanno fatto tirare un parziale sospiro di sollievo al Napoli. Distorsione al ginocchio destro con interessamento del tendine popliteo. Di sicuro non sarà a disposizione per Roma ma potrebbe restare fuori per circa un mese. Manolas è convocato ma non ha ancora del tutto smaltito il dolore alla costola ed è in ballottaggio con Maksimovic. A sinistra più Mario Rui di Luperto. In mediana Zielinski e Ruiz ma con qualche possibilità anche per Elmas. Davanti Mertens è pronto a tornare dal primo minuto.

 

NAPOLI (4-4-2) Probabile formazione: Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Ruiz, Zielinski, Insigne; Mertens, Milik.

 

BOLOGNA-INTER, sabato ore 18

Bologna, rientro importante per Mihajlovic

Mentre Tomiyasu, Destro e Dijks continuano con i rispettivi programmi di recupero, ci sono buone notizie sul fronte Medel. Il giocatore è tornato ad allenarsi con il resto del gruppo. Uno degli ex di turno è anche possibile che parta dall'inizio (anche se Svanberg e Dzemaili restano in preallarme). Danilo può tornare al centro della difesa, per l'altra maglia è ballottaggio tra Bani e Denswil. Davanti c'è un altro ex in pole: Palacio.

 

BOLOGNA (4-2-3-1) Probabile formazione: Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Poli, Medel; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

Inter, Sensi è partito con la squadra

Conte non può permettersi passi falsi se vuole continuare a mettere pressione alla Juventus. I bianconeri sono attesi dal derby, ma Bologna non è certo una tappa facilissima per Lautaro e soci. C’è anche da pensare al Borussia Dortmund e la stanchezza, in casa Inter, la fa da padrona. Sensi è tornato questo venerdì a lavorare in gruppo dopo l'infortunio muscolare con la Juve ed è partito con la squadra per Bologna. Asamoah ha un piccolo problema al ginocchio e non è disponibile. Sulla destra favorito Lazaro (esordio dal 1') mentre in difesa fuori Godin e dentro Bastoni.

 

INTER (3-5-2) Probabile formazione: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni;  Lazaro, Gagliardini, Brozovic, Barella, Biraghi; Lautaro, Lukaku.

TORINO-JUVENTUS, sabato ore 20:45

Torino, Iago Falque salta il Derby

Con il rosso rimediato contro la Lazio, Nkoulou ha lasciato un buco al centro della difesa che Mazzarri dovrà riempire. Al fianco di Izzo, favorito Lyanco centrale con Djidji a completare il pacchetto arretrato. In mezzo out Rincon: Lukic dovrebbe conservare il posto nell'XI titolare. Ola Aina invece è in ballottaggio (ma favorito) su De Silvestri. In attacco sembrava destinato a una maglia da titolare Iago Falque. Lo spagnolo però ha accusato un problema muscolare e non sarà a disposizione. Al suo posto Verdi.

 

TORINO (3-5-2) Probabile formazione: Sirigu; Izzo, Lyanco, Djidji; Ola Aina, Meité, Lukic, Baselli, Ansaldi; Verdi, Belotti.

Juventus, lavoro differenziato per Pjanic

Il suo riposo contro il Genoa era stato precauzionale ma Miralem Pjanic, alla ripresa degli allenamenti, ha lavorato ancora a parte. Oggi sarà una giornata quasi decisiva per capire se il bosniaco sarà della gara o no. Higuain invece è rientrato regolarmente in gruppo. Ramsey, tornato a disposizione nell’infrasettimanale, si candida per un posto dietro le punte ma Bernardeschi resta in vantaggio. Coppia Dybala-Cristiano Ronaldo ancora in pole. In difesa torna de Ligt al fianco di Bonucci. In mediana Emre Can, che non è in lista Champions, è favorito su Khedira..

 

JUVENTUS (4-3-1-2) Probabile formazione: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Can, Bentancur, Matuidi; Bernardeschi; Dybala, Ronaldo.

ATALANTA-CAGLIARI, domenica ore 12:30

Atalanta, Muriel ritrova posto

Dopo il pareggio e le polemiche di Napoli, l’Atalanta ospita un Cagliari davvero in forma. Entrato dalla panchina al San Paolo, Luis Muriel dovrebbe ritrovare una maglia da titolare ma anche le quotazioni di Malinovskyi sono in risalita (in questo caso riposerebbe Gomez). De Roon è squalificato e in mediana si va verso la coppia Freuler-Pasalic. Sulle corsie esterne favoriti Castagne a destra e Gosens a sinistra. In difesa ok sia Toloi che Palomino.

 

ATALANTA (3-4-1-2) Probabile formazione: Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne, Pasalic, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Muriel. 

Cagliari, si rivede Ceppitelli ma...

Rossoblù tornati al lavoro dopo la vittoria interna contro il Bologna. Buone nuove sul fronte Ceppitelli che si è rivisto sul campo con i compagni ma che non sarà comunque a disposizione per la sfida di Bergamo. Mancherà anche Luca Pellegrini, fermato per una giornata dal giudice sportivo. Cacciatore è in lizza per una maglia da titolare. Lykogiannis a sinistra è una possibile soluzione. Castro invece deve ancora conquistarsi un posto dal 1' domenica all’ora di pranzo.

 

CAGLIARI (4-3-1-2) Probabile formazione: Olsen; Faragò, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Simeone, Joao Pedro.

GENOA-UDINESE, domenica ore 15

Genoa, ultima di Kouamé prima di partire

Thiago Motta continua a cercare il giusto assetto del suo Genoa ma ad ogni partita c'è qualche indisponibile. Contro l'Udinese tocca a Cassata rimanere ai box causa squalifica. Kouamé è stato convocato per la Coppa d'Africa Under 23 ma partirà dopo la gara interna contro i bianconeri. In difesa Barreca ed El Yamiq sperano in una promozione mentre a centrocampo si candida Lerager. Davanti possibile staffetta Gumus-Pandev.

 

GENOA (4-2-3-1) Probabile formazione: Radu; Ghiglione, Romero, Zapata, Barreca; Schone, Lerager; Gumus, Agudelo, Kouamé; Pinamonti.

Udinese, via Tudor ma niente rivoluzione

E' finita l'avventura di Igor Tudor sulla panchina dell'Udinese. Squadra affidata a Gotti che però non rivoluzionerà l'XI titolare. In mezzo al campo mancherà lo squalificato Jajalo. Walace pronto a sostituirlo. Al suo fianco dovremmo vedere Fofana al posto di Mandragora. A livello di indisponibili invece c’è il solo Larsen che tenta di tornare al più presto a disposizione ma che non si allena ancora con i compagni. Probabile panchina per Lasagna.

 

UDINESE (3-5-2) Probabile formazione: Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, Fofana, Wallace, De Paul, Sema; Nestorovski, Okaka.

VERONA-BRESCIA, domenica ore 15

Verona, Pazzini torna ad allenarsi in campo

Per vari motivi non è stato ancora protagonista in questa prima parte di stagione. Giampaolo Pazzini spera che le cose cambino in fretta. Il ‘Pazzo’ è tornato a lavorare sul campo ma al massimo sarà disponibile dalla panchina. Di Carmine spera di vincere il ballottaggio con Stepinski ma il polacco resta ancora la prima opzione.  Nella coppia di trequartisti alle spalle della punta c’è tanta concorrenza con 3 candidati per una maglia. Zaccagni potrebbe spuntarla.

 

VERONA (3-4-2-1) Probabile formazione: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic; Verre, Zaccagni; Stepinski. 

Brescia, Joronen in forte dubbio

Contro l’Inter, il Brescia ha lanciato Alfonso e Mangraviti. Il secondo portiere delle ‘Rondinelle’ non ha effettuato neppure una parata (due tiri in porta subiti e due gol incassati) ma Corini potrebbe essere "obbligato" a schierarlo nuovamente. Joronen è atteso da un test e le sensazioni non sono troppo positive. Mangraviti invece va verso la conferma. Nel 3-5-2 che verrà replicato anche contro il Verona, Donnarumma e Balotelli saranno ancora gli attaccanti titolari. In mezzo ballottaggio Ndoj-Zmrhal. Romulo, ex di turno, dovrebbe partire dalla panchina.

 

BRESCIA (3-5-2) Probabile formazione: Alfonso; Mangraviti, Gastaldello, Cistana; Mateju, Ndoj, Tonali, Bisoli, Sabelli; Balotelli, Donnarumma.

LECCE-SASSUOLO, domenica ore 15

Lecce, ad oggi sono 4 gli indisponibili

Liverani ha conquistato l’ennesimo punto fuori casa. La classifica ‘on the road’ è più che buona ma ora serve anche iniziare a macinare in casa. Detto della squalifica di Tachtsidis, ci sono anche Benzar, Majer e Farias che si sono allenati a parte. Il resto del gruppo, compreso Imbula, è a disposizione. Dopo la rete di mercoledì, Lapadula va verso la conferma. In mezzo dovrebbe tornare Tabanelli con Petriccione quale vice Tachtsidis.

 

LECCE (4-3-1-2) Probabile formazione: Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Petriccione, Tabanelli; Mancosu; Falco, Lapadula. 

Sassuolo, a rischio Caputo

Anche Junior Traoré, al pari di Kouamé è stato convocato per la Coppa d'Africa under 23 ma in questo turno ci sarà. Non è detto però che parta titolare. Molto dipenderà dal sistema che De Zerbi ha in mente. Con questo Boga è difficile pensare qualcosa di diverso dal 4-3-3 ma non è da accantonare l’idea del 4-3-1-2 con Defrel trequartista. In mediana i dubbi principali con Locatelli, Magnanelli e Traorè che 'ballano' tra campo e panchina. Attenzione però a Caputo che è acciaccato. Venerdì ha svolto differenziato. Boga quindi potrebbe giocare in coppia (nel 4-3-1-2) con Berardi.

 

SASSUOLO (4-3-1-2) Probabile formazione: Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Peluso; Obiang, Magnanelli, Duncan; Defrel; Berardi, Boga.

FIORENTINA-PARMA, domenica ore 18

Fiorentina, Pezzella fermato dal giudice

Il sistema visto contro il Sassuolo dovrebbe essere replicato da Vincenzo Montella che però dovrà necessariamente variare almeno un interprete. German Pezzella infatti è squalificato e non sarà un’assenza da poco. Al centro della difesa si candida quindi il rientrante Ranieri (aveva saltato l'ultima gara per squalifica) con Venuti e Dalbert sulle corsie. Probabile anche il rientro dall’inizio di Badelj. Davanti favorito Vlahovic.

 

FIORENTINA (4-3-3) Probabile formazione: Dragowski; Venuti, Milenkovic, Ranieri, Dalbert; Castrovilli, Badelj, Pulgar; Sottil, Vlahovic, Chiesa.

Parma, Bruno Alves non è ancora pronto

La seduta di allenamento di Ognissanti ha visto Cornelius e Laurini svolgere lavoro differenziato. Il sito del club riporta anche che Gagliolo e Inglese sono stati sottoposti a terapie. Ci si aspettava almeno il ritorno di Bruno Alves, ma il report ufficiale da Collecchio lo definisce "non ancora pronto per la completa attività agonistica". La recente lesione muscolare lo obbliga a seguire un programma di lavoro differenziato, il difensore portoghese salterà la sfida coi viola e verrà valutato nella prossima settimana.

 

PARMA (4-3-3) Probabile formazione: Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella; Kucka, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Karamoh, Gervinho.

MILAN-LAZIO, domenica ore 20:45

Milan, affaticamento per Musacchio

Uscito alla fine del primo tempo per un affaticamento muscolare. Il difensore verrà valutato nei prossimi giorni e quindi è certa la sua assenza contro la Lazio. Pioli pensa al possibile spostamento in mezzo di Duarte con Calabria terzino destro. In mediana ci sono Krunic e Bonaventura che scalpitano. Biglia dovrebbe riprendersi la titolarità del ruolo, ma si gioca il posto con Bennacer. In attacco ballottaggio spagnolo Suso-Castillejo.

 

MILAN (4-3-3) Probabile formazione: Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Theo Hernandez; Paquetà, Bennacer, Kessie; Castillejo, Piatek, Calhanoglu.

Lazio, monitorato Leiva

A San Siro Ciro Immobile vuole continuare il suo periodo d’oro. A supportare il capocannoniere dovrebbe tornare ‘El Tucu’ Correa ma non sarà solo questa l’unica rotazione di Inzaghi. In difesa occhio alle quotazioni di Luiz Felipe. In mediana c’è da valutare la situazione Leiva che ha accusato un problema alla coscia. A destra pronto a tornare Lazzari.

 

LAZIO (3-5-2) Probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

SPAL-SAMPDORIA, lunedì ore 20:45

Spal, in tre per un posto in difesa

Altro giro e altra trasferta chiusa senza punti per la Spal, sconfitta in quel di San Siro. I punti lontano da casa non arrivano e quindi si deve fare all-in al ‘Mazza’ in un delicato scontro diretto. Venerdì seduta di scarico e quindi poche indicazioni sulla formazione. Sicuri ballottaggi in difesa e a centrocampo. Valoti insidia Murgia mentre dietro ci sono tre candidati per un posto: Igor, Tomovic e Reca con quest'ultimo che però potrebbe anche essere, come al solito, esterno sinistro di centrocampo.

 

SPAL (3-5-2) Probabile formazione: Berisha; Cionek, Vicari, Igor; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic Reca; Petagna, Paloschi.

Sampdoria, dubbio Quagliarella e dubbio sistema

Importante recupero in vista di una sfida davvero da dentro o fuori. Claudio Ranieri può tornare a contare su Karol Linetty. Il polacco è tornato ad allenarsi sul campo con i compagni; vedremo se verrà subito convocato o si aspetterà ancora. In difesa va verso la titolarità Depaoli. Il vero dubbio riguarda il sistema di gioco: con Ramirez, a segno nell'ultima sfida di campionato, Ranieri potrebbe giocare con un trequartista puro. Attenzione anche a Quagliarella. Tre gare in pochi giorni non è detto che le regga.

 

SAMPDORIA (4-3-1-2) Probabili formazione: Audero; Depaoli, Murillo, Colley, Murru; Rigoni, Ekdal, Vieira; Ramirez; Quagliarella, Gabbiadini.

I più letti