Probabili formazioni Serie A della 12^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le news e le ultime notizie sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Dopo lo sfogo di Conte e l'ammutinamento del Napoli, ci potrebbero essere grosse novità in vista. Nella Juventus in dubbio de Ligt mentre CR7 è uscito per un affaticamento in Champions. Lazio in emergenza. Milan con un paio di dubbi a centrocampo

JUVE-MILAN LIVE

Da un turno all’altro, tanto potrebbe cambiare a livello di classifica. La dodicesima di campionato propone scontri molto delicati e anche qualche punto di domanda. E’ l’ultimo sforzo prima della sosta ma non tutti possono ‘spremere’ come vorrebbero. Ci sono assenze di rilievo e situazioni da monitorare giorno per giorno.

La squadra di Sky Sport però è sempre sul pezzo, pronta a darci gli ultimi aggiornamenti su infortunati e ballottaggi così da poter decidere per il meglio su chi schierare su Superscudetto e nelle varie leghe private. Ecco quindi la situazione squadra per squadra.

Per avere le idee ancor più chiare su schieramenti, infortunati, squalificati e numeri di maglia, vi rimandiamo anche ai nostri ‘Campetti’.

SASSUOLO-BOLOGNA, venerdì ore 20:45

Sassuolo, Traoré via. Obiang out

Assenza importanti per De Zerbi in mezzo al campo. Contro il Bologna mancherà Obiang causa squalifica e non si sarà neppure Traoré, impegnato con la nazionale under 23. Locatelli e Magnanelli sperano quindi di affiancare Duncan. In attacco Caputo va verso la titolarità. Resta il solito dubbio: 4-3-3 oppure sistema con il trequartista? Defrel (o un Djuricic più avanzato) nel primo caso, Boga nel secondo. Marlon si è allenato a parte ma l’ultimo test ha dato esito positivo

Bologna, non convocati Soriano e Santander

Dopo la sosta ci potranno essere importanti rientri nella difesa rossoblù. Ad oggi però le corsie esterne hanno solamente sue interpreti: Mbaye a destra e Krejci a sinistra. Ci saranno ancora loro nel derby. In mediana c’è Medel in pole mentre in attacco ci sono da segnalare due defezioni importanti: non convocati Santander e Sansone. Possibile l’avanzamento sulla trequarti di Svanberg mentre in attacco anche Destro è out. L’unica opzione è schierare Palacio.

BRESCIA-TORINO, sabato ore 15

Brescia, con Grosso sarà difesa a 4 o a 3?

Nella sua ultima esperienza a Verona, Fabio Grosso ha quasi sempre usato la difesa a 4 ma ai tempi del Bari non ha disdegnato il 3-5-2. Chiaramente in conferenza stampa emergeranno le sue preferenze ma può essere che il suo Brescia possa tornare all’antico con Sabelli e Martella ‘bassi’. Dietro, in ogni caso, favorito Gastaldello. In mediana può sperare Ndoj. Torregrossa verso un posto in panchina.

Torino, infortunio per Baselli

Vittima di una distorsione alla caviglia, Baselli rischia di perdere la trasferta di Brescia. Il centrocampista era reduce dalla sfida, da titolare, contro la Juventus. Si tenta di recuperarlo in extremis. Mazzarri può invece tornare a contare su Nkoulou che, scontato il turno di squalifica, riprenderà posto al centro della difesa. Lyanco e Bremer si giocano la terza maglia là dietro. Aperto ballottaggio anche in attacco (Zaza o Verdi?) mentre sulla corsia destra ancora potrebbe spuntarla De Silvestri.

INTER-VERONA, sabato ore 18

Inter, dentro Sensi. In forte dubbio Asamoah

Dopo essere entrato a gara in corso contro il Borussia Dortmund, Stefano Sensi pare pronto per riprendere posto nell’XI titolare. Con la sosta all’orizzonte, Conte può ridurre al minimo il turnover anche se molti dei suoi riposeranno poco visti gli impegni in nazionale. Politano in Champions è rimasto in campo nonostante un infortunio che lo costringerà fermarsi per un po’. Con il solo Esposito a disposizione probabilissima conferma per ‘Lautaku’. In difesa potrebbero avere una chance Ranocchia o Bastoni. Asamoah è reduce da un fastidio muscolare ed è in dubbio. Ad oggi è più no che sì. Lazaro e Biraghi si giocano una maglia

Verona, Juric perde due pedine importanti

A San Siro, sfida non proprio semplicissima per il Verona di Juric che dovrà fare a meno sia di Kumbulla che di Veloso. I due sono ai box a causa di un problema al polpaccio sinistro (Veloso) e al bicipite femorale della coscia destra (Kumbulla). C’è quindi da ridisegnare difesa e centrocampo. Dietro dovrebbe essere il turno di Dawidowicz mentre in mediana si candida Pessina. Salcedo verso la conferma anche se Stepinski e Di Carmine sperano ancora in una maglia da titolare.

NAPOLI-GENOA, sabato ore 20:45

Napoli Manolas con la febbre. In due a parte

Alla luce di quanto successo dopo la sfida in Champions contro il Salisburgo è davvero difficile che qualcuno non ‘paghi’ la ribellione post Salisburgo. Chiaramente il Napoli non si può permettere ulteriori passi falsi ma le novità di formazione potrebbero essere sorprendenti. Ieri Manolas non si è allenato causa febbre mentre Allan e Mario Rui hanno lavorato a parte prima di svolgere il resto del lavoro con la squadra.

Genoa, in gruppo Criscito e Favilli

Thiago Motta ritrova Cassata dopo la squalifica. E’ lui il candidato numero uno in mediana ma le buone notizie non sono finite: Criscito e Favilli si sono rivisti sul campo. Ovviamente nessuno dei due ha ritrovato la forma perfetta ma entrambi potrebbero essere convocati per Napoli. Kouamé, a differenza di Traoré, è già partito per aggregarsi alla Costa D’Avorio Under 23 e deve essere rimpiazzato. Con Agudelo esterno, può esserci Saponara dietro a Pinamonti

CAGLIARI-FIORENTINA, domenica ore 12:30

Cagliari, rientra Pellegrini a sinistra

Cragno e Pavoletti saranno gli unici assenti certi della sfida di domenica all’ora di pranzo. Ceppitelli e Birsa infatti potrebbero tornare a disposizione anche se a metà settimana hanno lavorato a parte. In difesa verso la conferma il duo Klavan-Pisacane (con Ceppitelli dalla panchina). A sinistra invece rientra Luca Pellegrini. In mediana ci potrebbero essere due rotazioni con Oliva e Castro non sicurissimi del posto nell’XI titolare. Il triangolo Nainggolan-Joao Pedro-Simeone non dovrebbe essere modificato.

Fiorentina, un ritorno e un paio di ballottaggi

A Cagliari Montella ritrova Pezzella che rientra dopo il turno di stop imposto dal giudice sportivo. Ribery invece deve scontare l’ultima giornata di squalifica. Davanti ci sarà sicuramente Chiesa con Vlahovic e Boateng che si giocano il posto. A destra rientra Lirola mentre in difesa ancora out Caceres. Per il terzo posto nella linea arretrata è ballottaggio tra Ranieri e Venuti.

LAZIO-LECCE, domenica ore 15

Lazio, Inzaghi in piena emergenza?

Niente Europa League per Marusic, Radu e Correa. Caicedo ha giocato contro il Celtic nonostante un piccolo problema alla spalla. In attacco però c’è anche Correa che ha interrotto l’allenamento per un forte dolore al polpaccio. Formazione che quindi è un vero e proprio rebus. Considerando le varie alternative, c’è anche la possibilità che Luis Alberto torni a fare coppia d’attacco con Immobile.

Lecce, torna Tachtsidis. Babacar non al meglio

Per la trasferta romana, Liverani ritrova Tachtsidis in mezzo al campo dopo il turno di squalifica. A lasciargli il posto dovrebbe essere Tabanelli che non sta benissimo. Anche Babacar è alle prese con un fastidio muscolare ma il Lapadula visto nelle ultime uscite è difficile da togliere. Falco è in pole per affiancarlo in attacco mentre alle loro spalle spazio a Mancosu

SAMPDORIA-ATALANTA, domenica ore 15

Sampdoria, verso il rientro Quagliarella

A Ferrara è arrivata una vittoria in extremis che non ha visto protagonista Fabio Quagliarella rimasto seduto in panchina per tutta la gara. Ranieri dovrebbe rilanciare il capocannoniere della scorsa stagione a meno che le sue condizioni fisiche non suggeriscano un ulteriore riposo. A centrocampo vari ballottaggi da risolvere con Thorsby che dovrebbe riaccomodarsi in panchina. Rigoni e Bertolacci potrebbero rientrare nell’XI titolare ma il secondo è in testa a testa serrato con Vieira.

Atalanta, Gosens ai box. Ilicic squalificato

Il giudice sportivo ha fermato Josip Ilicic. In Champions Gasperini non ha schierato dal primo minuto Muriel che dovrebbe quindi riprendersi una maglia da titolare contro la Sampdoria. In difesa c’è da verificare un paio di giocatori usciti stanchi o acciaccati dalla sfida europea. Uno tra Masiello e Kjaer va verso la titolarità. Sulla corsia esterna mancherà Gosens. Scontato quindi l’utilizzo Hateboer e Castagne. Occhio a Malinovskyi che potrebbe strappare un posto nella formazione iniziale.

UDINESE-SPAL, domenica ore 15

Udinese, Stryger Larsen col gruppo

Reduce dalla bella vittoria in rimonta a Genova, l’Udinese cerca la seconda vittoria consecutiva contro una Spal ancora a secco di punti in trasferta. De Maio non è al meglio ma sulla via del recupero mentre Stryger Larsen è tornato ad allenarsi con i compagni. L’esterno danese non solo viaggia verso la convocazione ma non è escluso che possa addirittura far parte dell’XI titolare. In aventi può essere confermato Nestorovski. In mezzo ballottaggio Fofana-Mandragora. Rientra Jajalo.

Spal, fuori Igor. In forse Vicari

Leonardo Semplici non può sbagliare a Udine. La situazione di classifica è preoccupante ma non ci sono buone notizie per ciò che concerne il reparto difensivo. Igor è squalificato mentre Vicari ha un problema alla spalla che potrebbe fargli saltare la trasferta in Friuli. In pre allarme Felipe. Valoti spera di vincere il ballottaggio con Murgia. Strefezza e Reca sulle fasce vanno verso una nuova titolarità

PARMA-ROMA, domenica ore 18

Parma, si ferma Karamoh

Non c’è pace per gli attaccanti del Parma. Dopo Inglese e Cornelius è il turno di Yann Karamoh. L’ex Inter è stato sottoposto ad accertamenti che hanno evidenziato una lesione al legamento collaterale. Stop forzato quindi per Karamoh che con tutta probabilità sarà rimpiazzato dal rientrante Cornelius con Gervinho che tornerà a fare l’esterno. In mediana duello Hernani-Barillà mentre in difesa si può rivedere Gagliolo.

Roma, affaticamento per Spinazzola

Le notizie dall’infermeria sono in chiaroscuro. Se da una parte Luca Pellegrini sta lavorando per rientrare dato che è arrivato anche il via libera dello staff medico, dall’altra c’è u Mkhitaryan che dovrà allungare i tempi del suo rientro. C’è di buono il recupero di Diawara. Spinazzola in settimana ha accusato un affaticamento. Non dovesse recuperare pronto Florenzi. Squalificato Cetin ma rientra Fazio

JUVENTUS-MILAN, domenica ore 20:45

Juventus, distorsione per de Ligt. Affaticamento per CR7

La vittoria in Champions contro la Lokomotiv Mosca ci ha detto due cosa (per la verità ce le ha dette Sarri). Primo: Douglas Costa dal primo minuto per ora è un no. Secondo: Ronaldo è stato tolto per un affaticamento. In più c’è de Ligt che è alle prese con una distorsione ed è chiaramente in dubbio. Davanti solito ballottaggio Dybala-Higuain a meno che Ronaldo non debba alzare bandiera bianca

Milan, Suso ok. Castillejo KO

Pioli non aveva potuto schierare Suso contro la Lazio a causa di un risentimento muscolare. Il suo sostituto, Castillejo, si è procurato una lesione al bicipite femorale della coscia sinistra ed è out per domenica. Porte girevoli quindi in attacco dato che Suso si è regolarmente allenato con i compagni e punta dritto a una maglia da titolare. Musacchio non è ancora recuperato. Spazio quindi a Duarte. I ballottaggi paiono essere solo in mediana con Krunic in vantaggio su Kessié e Bennacer che è testa a testa con Lucas Biglia

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche